Altri sport

Pescara rappresenterà l'Abruzzo a Italia Gioca senza Frontiere

Notizia ufficiale

14.05.2022 00:01

Tra le realtà protagoniste della sesta edizione di Italia Gioca in programma dal 1 al 3 luglio a San Prospero, ci sarà....PESCARA! L’associazione Castellamare in Festa, nata nel 1996, si è avvicinata alla realtà di ITALIA GIOCA nel 2013, assistendo da spettatrice alla prima edizione, a Parma; successivamente ha partecipato, con formazioni composte dagli atleti delle squadre che gareggiano nella competizione locale, “Colli Senza Frontiere”, alle edizioni del 2014, 2016, con migliore piazzamento al terzo posto, 2017 e 2018, anno in cui ha ospitato la Manifestazione in spiaggia, nella suggestiva cornice di Largo Mediterraneo. Il team rappresenterà l'Abruzzo all'appuntamento che piace a tutti.

La pagina ufficiale di Italia Gioca senza Frontiere presenta così la nostra città:

Pescara, città di 120.000 abitanti, capoluogo dell'omonima provincia in Abruzzo e Comune più popoloso della Regione è, insieme all'Aquila, sede degli uffici del Consiglio, della Giunta e degli Assessorati regionali. Si affaccia sulla costa adriatica ed è nota per le spiagge e come luogo di nascita del poeta Gabriele D'Annunzio la cui Casa Natale ospita un museo sulla sua vita e sulle sue opere. Il Museo delle Genti d'Abruzzo espone, invece, mostre sui settori regionali come la ceramica, l'olio d'oliva e testimonianze della civiltà contadina e marinara, mentre nel Museo di Arte Moderna Vittoria Colonna è possibile ammirare opere di Miró e Picasso.

La sua posizione strategica ha connotato con il passare dei secoli lo sviluppo della vita economica e sociale della città, caratterizzata da una fruttuosa attitudine ai traffici commerciali ed al turismo balneare.

Pescara ha un aspetto prevalentemente moderno, dovuto perlopiù alla ricostruzione susseguente a una serie di pesanti bombardamenti subiti durante la seconda guerra mondiale, che causarono la distruzione di gran parte del centro urbano.

La tradizione eno-gastronomica pescarese è molto legata alla cucina marinara dell'Adriatico ed alla tradizione culinaria abruzzese, accompagnata dalla coltivazione, anche nel pescarese, di interessanti vitigni che originano vini DOC come il Montepulciano d'Abruzzo, il Cerasuolo e il Trebbiano d'Abruzzo.

La cucina marinara si caratterizza per l'uso di pesci di taglia piccola ma molto saporiti cucinati alla brace, in pentola o serviti crudi o marinati in aceto con l'aggiunta degli odori della cucina mediterranea. Tipici il brodetto di pesce e il "fritto di paranza", ovvero una frittura mista di pesci di piccolo taglio: in genere merluzzetti, triglie e sarde.

Tra i dolci della tradizione più tipicamente pescarese figura il Parrozzo, a base di mandorle e ricoperto da una colata di cioccolato, e liquore tipico di Pescara è l'Aurum, che è prodotto con acquavite e scorze di arancia.

Commenti

Dentro o fuori: oggi si deve solo vincere
Designato l’arbitro di Feralpisalò-Pescara