Pallanuoto

Champions e Triplete: il pescarese Di Fulvio sul tetto d'Europa

E' il più forte giocatore del mondo

10.06.2022 00:01

Da “Mister Scudetto” a “Mister Europa” il passo è breve ed è stato compiuto in una sola settimana da Francesco Di Fulvio, figlio prediletto di Pescara che non è ancora stanco di scrivere pagine memorabili nella storia della pallanuoto mondiale. L'ultima è stata la conquista dello storico Triplete (Coppa Italia, Scudetto e Champions League) con la sua Pro Recco, squadra alla quale è legato dal 2014 e che ha portato per il secondo anno consecutivo sul tetto d'Europa (l'anno scorso battuto il Ferencvaros nell'ultimo atto). Stavolta a cadere sotto i colpi dei liguri in finale è stato il Novi Beograd, che ha ceduto solo ai rigori dopo il 13-13 dei regolamentari: e nella lotteria finale, il gioiello pescarese ha messo il suo prezioso sigillo per la decima Coppa Campioni della Pro Recco, la terza personale (alla quale, nella sua bacheca, aggiunge 6 Scudetti, 6 Coppe Italia e 2 Supercoppe LEN). 

“Sapevamo che sarebbe stata una vera battaglia e la partita più difficile della stagione”, le parole di Di Fulvio dopo il successo, “il Novi giocava in casa e aveva tutto il pubblico a favore, ma siamo stati freddi e determinati. E alla fine ce l'abbiamo fatta, perchè siamo un grande gruppo dentro e fuori la vasca. Anche nei momenti più difficili dell'anno siamo rimasti uniti e questo ha fatto la differenza”. Di Fulvio in questa stagione ha completato il suo processo di maturazione: da splendido e implacabile finalizzatore, il pescarese si è trasformato in vero e proprio uomo squadra, che guarda meno le statistiche personali e più a ciò che serve al suo team per vincere. 

Già campione del mondo con la Nazionale nel 2019, eletto nella circostanza anche miglior giocatore della rassegna iridata, Di Fulvio ha vinto in quella stagione il LEN Award dopo esser stato decretato miglior pallanuotista del mondo dal periodico Swimming World Magazine: la sua candidatura per ricevere questi premi anche nel 2022 è forte. In questa stagione, inoltre, Di Fulvio ha stabilito anche un grande record: il fuoriclasse pescarese ha superato le 100 partite di campionato di fila con almeno 1 gol all’attivo, una striscia iniziata il 13/5/2017 nel match contro la Canottieri Napoli. Nella circostanza, contro l'Ortigia, superò su rigore Stefano Tempesti, una delle icone della pallanuoto tricolore. “Adesso, però, basta contare i gol”, scherzò allora Francesco. “Quello che ricordo con più piacere? Sarebbe scontato parlare di quelli nelle finali, allora scelgo il gol della vittoria contro il Brescia nel dicembre 2018”. La rete più bella, però, è sempre la prossima... 

Commenti

Grandi vittorie e una retrocessione amara: il Pescara 1992-93
Spunta un terzo nome. Ma resistono le 2 piste principali