Prima squadra

A caccia dell'impresa bis (stavolta in casa della capolista)

Le premesse di Benevento-Pescara

08.03.2020 00:17

Archiviata la prima delle due trasferte consecutive, ancora una sfida in notturna per il Pescara, chiamato questa sera alle ore 21 ad affrontare il Benevento in trasferta in un Vigorito a porte chiuse per l'emergenza Coronavirus. La capolista Benevento  in campionato è caduta solo una volta e proprio per mano dei biancazzurri nel match d'andata: era il 26 ottobre e a sorpresa, la squadra allora guidata da Zauri liquidò con un secco 4-0 i giallorossi in una partita che sembrava aver segnato la svolta in positivo della stagione biancazzurra. E invece fu un fuoco di paglia in un andamento altalenante che ha portato a gennaio all'avvicendamento in panchina. Zauri proprio contro la squadra di Inzaghi varò il modulo ad Albero di Natale, che ha segnato i momenti migliori della sua gestione e che è stato rispolverato da Legrottaglie nelle ultime due partite ma che potrebbe tornare in soffitta nel Sannio per riproporre il 3-5-2.  Dopo un primo tempo vibrante ma a reti bianche, nella ripresa i biancazzurri – che nel frattempo avevano perso Fiorillo per la frattura della mano sinistra - hanno calato il poker con Memushaj ad aprire le danze e Maniero su rigore a chiuderle. Nel mezzo, una bella doppietta di quel Josè Machin, passato a gennaio al Monza in C. Era l'uomo di maggior talento in casa Delfino, la sua assenza ancora oggi si fa sentire in un Pescara ancora in cerca di se stesso dopo il fallimentare mercato di gennaio. I Biancazzurri domenica andranno a caccia a dell'impresa, ma la corazzata Benevento vuole rifarsi dello scivolone dell'andata e non concederà sconti per continuare a volare verso il ritorno in serie A. 

Mister Legrottaglie dovrà fare a meno degli squalificati Drudi e Palmiero, che nell'infrasettimanale di La Spezia hanno rimediato il cartellino giallo che ha fatto scattare automaticamente la sanzione disciplinare, causa diffida pendente, e nel complesso a 13 giocatori (compresi Bocic, Busellato e Zappa, il miglior marcatore della sua gestione con 3 gol in 7 partite) ma ritrova Memushaj, Bettella e Campagnaro. Si candida per una maglia da titolare Valeri Bojinov, che potrebbe sostituire Maniero al centro dell'attacco pescarese, ma Legrottaglie ha fatto capire alla vigilia che il bulgaro probabilmente partirà dalla panchina. Tra i due litiganti, però, potrebbe spuntarla il terzo, Borrelli. 

In casa Benevento, Pippo Inzaghi cerca una nuova vittoria per continuare a sbriciolare record e sorpassare la Juventus 2006-07 ed il Pescara di Zeman targato 2011-12 come miglior squadra nella storia della Serie B. I sanniti sono imbattuti da 18 giornate, con bilancio di 15 vittorie e 3 pareggi. ed ultimo k.o. datato 26 ottobre scorso, 4-0 proprio a Pescara per l'unica sconfitta in stagione. Nelle successive 18 18 gare i giallorossi sono sempre andati in gol per 37 reti complessive, ma sono i numeri complessivi a connotarli come corazzata: Il Benevento è infatti la formazione cadetta Regina per numero di partite vinte (20), minor numero di sconfitte (1), reti segnate (50) e difesa “di ferro” (appena 15 gol incassati, dei quali 4 proprio dal Pescara all'andata), ed è l'unica squadra ancora imbattuta in casa.

I precedenti ufficiali in Campania fra le due squadre sono 8: in bilancio 2 successi giallorossi (ultimo 2-1 nella B 2018/19), 3 pareggi (ultimo 2-2 nella I Divisione Lega Pro 2008/09) e 3 affermazioni biancazzurre (ultima 3-1 nella Serie C-1 2002/03).

Commenti

Mercato Pescara: nel 2020-21 due ritorni?
#Coronavirus: Marsilio in auto isolamento domiciliare volontario