Prima squadra

#Amarcord: 3 anni fa il Pescara sfiorò il colpaccio contro il Napoli

Biancazzurri avanti per 2-0, Mertens evitò il ko ai partenopei di Sarri

22.08.2019 11:46

- A CURA DI RICCARDO CAMPLONE - 

Accadde oggi: 22 agosto 2016, campionato di Serie A, il Pescara davanti il proprio pubblico affronta il Napoli degli ex Sarri ed Insigne. I biancazzurri di Massimo Oddo sfiorano l’impresa di battere i vice-campioni d’Italia. Con i partenopei finisce 2-2.

La partita: Oddo parte con un 4-3-2-1 con Caprari falso nuove, Sarri risponde con il suo 4-3-3 con il tridente Insigne, Gabbiadini, Callejon.
Pronti via e dopo 8’ Pescara in vantaggio: Verre in mezzo a due avversari trova il corridoio per Benali, da solo contro Reina sfrutta un pallonetto. Adriatico alle stelle. Il Napoli non ci sta anche se i biancazzurri si difendono con ordine. Ancora biancazzurri all’attacco alla ricerca del raddoppio: Biraghi si invola verso l’area di rigore, supera diversi avversari calciando contro Reina, ma l’estremo portiere riesce a metterla in corner.
Il Napoli non sta a guardare: lancio di capitan Hamsik, Callejon calcia al volo alla Van Basten ma il pallone attraversa tutta la porta.
Poco dopo ci prova Maksimovic da fuori area, Bizzarri la mette in corner.
Nel miglior momento dei partenopei arriva il raddoppio del Pescara: al 35’ Zampano entra in area, pallone rasoterra in mezzo, Benali liscia ma dietro di lui arriva Caprari che fa esplodere di gioia lo stadio.
Il Napoli continua ad attaccare alla ricerca del 2-1: Callejon mette in mezzo, colpo di testa di Koulibaly ma il pallone finisce al lato.
Primo tempo che termina con i padroni di casa sul risultato di 2-0.
Nella ripresa Sarri opta per 2 cambi: fuori l’ex Insigne e Gabbiadini, dentro Mertens e Milik.
Cambio azzeccato da parte di Sarri: al 60’ il Napoli dimezza lo svantaggio: Mertens dal limite dell’area fa partire un tiro forte, Bizzarri non ci arriva.
Passano 3’ e gli Azzurri trovano il pareggio: Hysaj rasoterra mette un pallone innocuo in area, Coda non trattiene e Mertens deve solo spingere in porta: 2-2.
I partenopei ci credono, vogliono vincerla ma davanti a loro Bizzarri chiude la strada: Zielinsky calcia in porta, l’estremo portiere biancazzurro con una mano riesce a metterla in calcio d’angolo.
A 10’ dalla fine Zuparic in area commette un fallo: l’arbitro assegna il calcio di rigore, ma con l’aiuto dell’assistente cambia decisione.
Dopo 3’ di recupero Giacomelli mette la parola fine sul mach. Applausi per i biancazzurri da parte del pubblico per la grande partita disputata contro una squadra che ambisce allo scudetto.

Tabellino: Pescara-Napoli 2-2
Marcatori: 8’ Benali (P), 35’ Caprari (P); 60’ Mertens (N), 63’ Mertens (N)

Pescara: Bizzarri; Zampano, Gyomber, Coda, Biraghi; Memusjaj, Brugman, Cristante; Verre, Benali; Caprari;
Allenatore: Massimo Oddo

Napoli: Reina; Raul Albiol, Koulibaly, Hysaj, Ghoulam; Allan, Valdifiori, Hamsik; Insigne, Gabbiadini, Callejon;
Allenatore: Maurizio Sarri

Arbitro: Giacomelli della sezione di Rimini

Commenti

Junior: "Il Delfino nel cuore. Il biancazzurro è la mia seconda pelle"
Lotta alla droga a Rancitelli: un arresto