Prima squadra

Battere l'emergenza per battere il Cittadella!

Le premesse del match del Tombolato

09.03.2019 00:03

Ovviare nel miglior modo possibile l'emergenza infortuni per battere a domicilio il Cittadella e lanciare la volata finale. L'obiettivo del Pescara targato Bepi Pillon al Tombolato, campo notoriamente ostico, è chiaro. Anzi, chiarissimo. Mancano 10 gare a fine regular season, equamente divise tra partite in trasferta e partite in casa, e la truppa biancazzurra è chiamata ad invertire un trend esterno che non è dei più positivi. Le proprie fortune, infatti, la squadra del presidente Daniele Sebastiani le ha costruite in casa, con 9 vittorie e tante prestazioni importanti. 

Cittadella-Pescara è una sfida all’insegna del turnover: veneti ed abruzzesi sono due delle 4 squadre cadette 2018/19 che hanno sempre fatto i 3 cambi per partita, 78 su 78 possibili, come Carpi e Salernitana. Ma mister Pillon questa volta deve variare formazione-base sin dal 1 minuto di gioco, stante le numerose assenze tra infortuni e squalifiche. Sarà battaglia, perchè i locali dopo l'acuto di Brescia vogliono dare continuità mentre il Pescara, rialzatosi nell'ultimo turno dopo il ko di Benevento, mettono nel mirino il sogno proozione diretta. Arbitrerà la sfida il sig. Pezzuto di Lecce, designazione che in riva all'Adriatico ha fatto storcere il muso ai tifosi biancazzurri

Commenti

Il retroscena inedito su Padova-Pescara 0-6: "Litigammo prima del match, poi..."
Pillon: "Momento chiave, fiducia in chi è a disposizione"