Prima squadra

Paolo Rachini e un Pescara-Verona tutto da gustare

Le premesse della Partitissima con un ex biancazzurro

26.05.2019 07:48

L'ex biancazzurro ed attuale alenatore del Francavilla "gioca" in anticipo Pescara-Verona.  Paolo Rachini guarderà con interesse la partitissima dell'Adriatico e nel ha parlato con noi di PS24:

«Deciderò solo all'ultimo momento se venire allo stadio, però sicuramente guarderò una sfida davvero molto interessante. Non sarà una partita facile per il Pescara, il Verona è una buonissima squadra ed ha elementi in grado di fare la differenza in qualsiasi momento. Non credo e non penso che la squadra di Pillon faccia una partita attendista, secondo me deve cercare di giocare per portare a casa la vittoria. Deve interpretare i novanta minuti in modo aggressivo e non deve pensare a gestire le operazioni in campo, insomma. Di certo avere a disposizione due risultati su tre è un vantaggio ma, paradossalmente, a livello inconscio può rappresentare un handicap. Le partite si possono risolvere e possono regalare sorprese anche sul finale ed il Verona ha elementi che ti possono fare male. Mi aspetto un primo tempo molto tattico, con gli ospiti che non daranno l'assalto forsennato sin dall'inizio del match. Nel secondo tempo, invece, se dovesse persistere l'equilibrio necessariamente il Verona dovrà scoprirsi e, facendolo, presterà il fianco al contropiede del Pescara. Ed i biancazzurri dovranno essere bravi a sfruttare gli spazi che avranno a disposizione. Direi che il Pescara ha il 60% di possibilità di passare il turno e spero davvero che i biancazzurri ce la facciano a guadagnarsi la finale. Espugnare l'Adriatico non è facile per nessuno, lo ha detto questo campionato ma lo dice in primis la storia. E ci sarà un tifo caldo come arma in più, aspetto da non sottovalutare. Pescara si accende in queste circostanze, nelle partite che contano il pubblico si fa sentire in modo importante. L'entusiasmo si è spento rispetto a qualche anno fa? Anche quando giocavo io col Delfino, nel 1998-99, per tantissime giornate c'erano tra i seimila e gli ottomila spettatori di media e poi nelle partite decisive c'era il tutto esaurito. O quasi. Il pubblico pescarese farà la differenza anche questa volta»

Commenti

Pescara-Juventus 5-1: quando Allegri affondò la Vecchia Signora
Il Settebello Biancazzurro conquista i play-off