Prima squadra

Le parole di Bankowski tra presente e futuro del Pescara

L'intervista del presidente a Il Centrocqualche giorno fa

05.04.2019 00:40

Qualche giorno fa è tornato a parlare Gabriele Bankowski, vicepresidente del Pescara e fautore del canale aperto dal Delfino con il Sudamerica.

«Il canale con il Wanderers è stato aperto otto anni fa», ha raccontato Bankowski a Il Centro prima della gara di Lecce. «Il mio amico Victor Mesa, che avevo conosciuto durante alcuni viaggi in Argentina, mi ha proposto subito un giocatore, Maxi Rodriguez, trequartista del suo Wanderers. Quell’operazione dovevamo farla nell’anno della promozione in A con Zeman, ma poi non si è concretizzata. Da lì, però, è nata la collaborazione con il Wanderers e sono arrivati diversi giocatori».  L’ultimo, Santiago Bellini. «Merito di Roberto Druda se lui è qui. Santiago l’avevamo visto insieme a Montevideo, ma è stato lui ad insistere. Druda è un talent scout formidabile ed è colui che ha scoperto, coccolato e aiutato Lucas Torreira ad arrivare ad alti livelli. Mi auguro che Bellini, ma anche il difensore Elizalde, facciano come Lucas, che per me è stato un terzo figlio, visto che spesso era a casa mia.  A Montevideo ci sono tanti giocatori. Ricordo quando vedemmo per primi Ricardo Coates. L’avevo chiesto al Nacional Montevideo, ma un mese dopo è finito al Liverpool per 7 milioni di dollari». 

La chiusura la dedica allo stato di salute del club che sta definendo una ricapitalizzazione di 2 milioni di euro. «A fine aprile sarà completata e non ci saranno problemi. Eventuali nuovi ingressi? Non lo so, ma se ci sono persone serie e interessate al Delfino perché no».

Commenti

Mercato: torna di moda Ginella per il Pescara
#Posticipo #SerieB: Lecce-Pescara 2-0