Prima squadra

Pillon benedice Zauri: "Scelta giusta, la migliore possibile"

"Galano garanzia, Palmiero farà bene. Peccato la A sfuggita all'ultimo....

02.08.2019 08:03

A PescaraSport24 è tornato a parlare mister Bepi Pillon, ora senza panchina dopo un anno e mezzo più che positivo in riva all'Adriatico. Tornerà a lavorare in corso di stagione, quando qualche squadra in estrema difficoltà lo chiamerà al suo capoezzale. E, come sempre, lui darà il massimo e riuscirà nell'impresa. 

«Sono in vacanza e mi godo la famiglia», inizia Mr Pillon. «Non mi meraviglio di essere a casa, fa parte del gioco. Non c'è delusione, insomma, speravo che dopo un anno e mezzo con ottimi risultati a Pescara avrei avuto la possibilità di allenare sin dall'inizio qualche squadra ma evidentemente mi reputano vecchio e perfetto per subentrare in corsa per risollevare qualche situazione difficile. Abbiamo fatto cose importanti a Pescara, centrando tutti gli obiettivi. Appena arrivato, in una situazione difficile abbiamo centrato la permanenza in B e poi l'anno scorso abbiamo avuto la concreta possibilità di andare in A, contro ogni pronostico iniziale. Ricordo che i media ad inizio torneo ci accreditavano come una squadra attrezzata per la salvezza ed invece siamo sempre stati tra il primo ed il quinto posto in campionato. E questo rendimento testimonia quanto di buono è stato fatto, valorizzando anche i giovani in organico. L'addio? Sapevo che se non avessi vinto il campionato le porte del Pescara per me sarebbero state chiuse, ho un'età tale da conoscere le dinamiche del calcio. Ma ho sempre dato tutto me stesso per la causa ed è questo ciò che conta. Zauri? Mi sembra una scelta assolutamente giusta, di continuità se vogliamo. Luciano è molto bravo e lo ha dimostrato con la Primavera. Parliamo di un ragazzo serio, uno che parla poco e lavora tanto. Conosce l'ambiente, i calciatori e tante dinamiche interne. Mi pare davvero la scelta migliore. La società come sempre sta allestendo una buona squadra. Certo, non ci saranno più Brugman e Mancuso e sono perdite molto importanti e che andranno sostituite al meglio. Sono stati determinanti nell'ultimo anno, ma Galano è una garanzia e Palmiero un giocatore molto interessante, secondo me farà davvero bene. Nel complesso mi sembra una buona campagna acquisti quella del Pescara e non è ancora finita. A me serviva a gennaio un nuovo centravanti ? Sapevamo tutti di avere quell'esigenza nel mercato di riparazione ed una nuova punta avrebbe fatto contenti me, la società ed i tifosi. ma non si è riuscito a trovare la soluzione giusta all'epoca. Adesso è andata diversamente, mi pare evidente. (sono stati prelevati Tumminello, Maniero e Brunori Sandri e last minute potrebbe arrivare anche Melchiorri, NDR). Ma non è che la serie A sia sfuggita per questo, non ho mai cercato alibi e non inizio certamente ora a farlo. Mi sono sempre preso tutte le mie responsabilità. Però non essere andati in A resta un vero peccato..»

Commenti

Domenica amichevole a Pineto contro l'ex Epifani
Ufficiale: nell'operazione Brugman, restano a Pescara i baby Martella e Pavone