Prima squadra

Da Zeman a Pillon: il numero degli spettatori si è dimezzato

Ripartire dal pubblio è la prima missione del nuovo Pescara

16.06.2019 00:45

Riconquistare il pubblico. E' questa la priorità in casa Pescara, al di là delle questioni di campo. Le statistiche parlano di un calo sensibilissimo degli spettatori all'Adriatico negli ultimi anni e a tal proposito Il Centro nei giorni scorsi ha evidenziato tale aspetto con un interessante articolo che vi riproponiamo in alcuni dei tratti salienti:

"Si è passati dai 13.940 spettatori di media nella stagione di Zeman (2011-2012), culminata con la strepitosa promozione in serie A, ai 7.027 dell’ultimo campionato con Bepi Pillon in panchina, chiuso con la semifinale play off persa contro il Verona. Quasi 7mila spettatori, negli ultimi sette anni, non hanno più messo piede allo stadio. Si tratta del secondo peggiore numero degli ultimi sette campionati di serie B; superiore solo a quello del campionato 2014-15, quando sulla panchina del Delfino c’era Marco Baroni e la squadra aveva disputato un pessimo girone di andata. Baroni venne sostituito da Massimo Oddo alla 41ª giornata, il Pescara vinse contro il Livorno, conquistò l’accesso ai play off e alla fine perse la finalissima promozione contro il Bologna. La differenza è che in quel torneo, dopo 25 giornate i biancazzurri erano decimi in classifica, seppure in risalita dopo una prima parte deludente.
Al contrario, l’undici di Bepi Pillon sin dalle battute iniziali nell’ultima stagione ha sempre occupato posizioni di vertice, ma l’ottimo (e per certi versi inaspettato) ruolino di marcia non ha spinto i sostenitori biancazzurri ad affollare lo stadio Adriatico.

Tra l’altro, dati alla mano, rispetto all’anno scorso sono oltre 500 gli spettatori in meno. Nella stagione 2017-2018 il Pescara occupava il nono posto nel ranking, con 7.571 spettatori di media, quest’anno invece ha chiuso al dodicesimo posto (7.027). Anche nelle tessere sottoscritte c’è stato un crollo, visto che si è passati dai 4.914 abbonamenti nel 2017-2018, ai 3.668 di quest’anno, ovvero ben 1.246 abbonamenti in meno. Quest’anno l’Adriatico si è vestito a festa, o quasi, solo in poche occasioni, ovvero nelle ultime di campionato quando la società ha dimezzato i prezzi dei tagliandi. La gara con il Verona ha fatto registrare il record stagionale con quasi 10mila spettatori (9.939 per l’esattezza) e con la Salernitana 9.099, oltre alla gara di ritorno della semifinale play off contro il Verona, quando il botteghino fece registrare 11.165 paganti, davvero pochi calcolando l’importanza della posta in palio"

Commenti

Quando Pescara era una festa
Beffa AcquaeSapone: niente bis Scudetto