Prima squadra

Fiorillo: "Spero che Tumminello torni presto per aiutarci a raggiungere un sogno"

Sull'Entella: "Servirà l'atteggiamento giusto"

18.09.2019 16:50

A CURA DI RICCARDO CAMPLONE - 

Vincenzo Fiorillo è pronto ad affrontare la capolista Entella. Il capitano biancazzurro non nasconde il rammarico ed il dispiacere per il grave infortunio al ginocchio di Tumminello. L'estremo portiere biancazzurro, a nome della squadra, augura che l'attaccante scuola Roma possa tornare nel finale di stagione per aiutare i propri compagni a raggiungere traguardi importanti. Fiorillo si è espresso sulle condizioni del campo dello stadio “San Vito-Marulla” dove ha visto il Pescara trionfare dopo 21 anni di digiuno, augurando che si possano migliorare le condizioni onde evitare infortuni come quelli di Palmiero e Tumminello.

Ecco le parole del portiere genovese verso il big-match dell'Adriatico: “Parlo a nome del gruppo e dico che ci dispiace per l'infortunio di Marco, era partito bene quest'anno, mettendo in mostra le sue qualità.”-ha dichiarato il capitano. “Dispiace perchè ha dovuto interrompere questo avvio importante però è un ragzzo forte, ci auguriamo che possa rientrare nel finale di stagione per provare a raggiungere un sogno che possa diventare prestigioso sia per noi che per lui. L'infortunio? Non sono riuscito a vedere bene, quando l'ho visto dolorante a terra ho capito che fosse un infortunio serio, non è un ragazzo che rimane a terra per molto tempo per una botta, gli auguriamo di fare una riabilitazione al 100%, non deve avere fretta, cercheremo noi di metterci tanto impegno. Per quelli che sono gli standard del campionato di Serie B, il terreno del “Marulla” è al di sotto del livello del campionato, non entro nei motivi e nelle dimaniche del Cosenza però mi auguro che con il passare del tempo si possa assestare onde evitare infortuni, non solo per i giocatori del Cosenza ma anche per le avversarie. Quella di Cosenza per me è una vittoria che vale molto, non era facile far scorrere la palla, provare diverse giocate, la squadra è stata brava ad adattarsi subiro. Cosa mi è rimasto dentro della partita? La voglia di non perdere, essere difficili da battere. E' stato un segnale importante che van oltre i dettagli tattici ed il gioco. Dobbiamo sempre avere la fame di vittorie perchè con questo spirito dovremo cercarne altre, se noi sappiamo alternare un po' di tutto ed adattarci alle gare ci toglieremo grandi soddisfazioni. Cosa ci manca? Qualche amichevole in più. La nostra vera partita è stata in Coppa Italia contro l'Empoli per poi ripartire subito con il campionato. Non aver fatto amichevoli importanti non è un alibi ma può aiutarti a trovare delle indicazioni il più possibile, mentre noi lo stiamo facendo nelle prime 3 giornate di campionato. Sono fiducioso perchè c'è disponibilità da parte di tutto il gruppo, nel frattempo se i risultati arriveranno si migliorerà velocemente. La dimensione della squadra? Ad oggi ci sono 7-8 squadre più attrezzate di noi, se lavoriamo con intensità e voglia di scendere in campo per vincere con un atteggiamento difficile per gli avversari si potranno fare cose importanti.”

Fiorilo ha espresso la sua sulla prossima avversaria del Pescara, l'Entella: “L'Entella viene da un'impresa importante. Lo scorso anno ha affrontato delle grandi difficoltà, iniziando a giocare il campionato dopo tempo. Bisogna avere attenzione perchè è una squadra abituata a vincere, vedi contro Cremonese e Frosinone, sono giocatori che hanno fatto la B. Per vincere questa partita servirà un atteggiamento giusto, quando incontri squadre che hanno vinto il campionato hanno una forza ed un entusiamo in più.”

Commenti

SportMediaset: "A gennaio nuovo assalto Pescara per Gabbia"
L'Entella a Pescara per continuare a sognare