Prima squadra

Cascione: "Adesso per i biancazzurri la cosa si fa interessante”

Così il grande ex a Il Messaggero ed. Abruzzo

24.02.2019 10:00

Emmanuel Cascione ed il Pescara, un amore che non è finito anche se vissuto a distanza. Di recente il grande ex ha parlato a Il Messaggero ed. Abruzzo. Ecco alcuni interessanti stralci delle sue dichiarazioni

“Il Pescara è fuori dalla crisi del girone di ritorno. In serie B, quattro, cinque partite che non vanno ci sono per tutte le squadre. Poi c’è chi riprende da dove aveva iniziato, e chi si affossa. Adesso per i biancazzurri la cosa si fa interessante”. Tre partite per dire ancora qualcosa in chiave promozione diretta: “E’ una squadra che gioca, quindi può fare tutto. Ha personalità, ci prova con tutte, non si difende e non specula. Può vincerle tutte e tre, così come può avere delle difficoltà. Ma dirà la sua fino alla fine”.

Nel Delfino c'è ancora Antonio Balzano, ultimo reduce di Zemanlandia: “Antonio è un carro armato: lavora a testa bassa ed è un esempio per come interpreta la partita e il calcio. Del Grosso lo conosco bene: si fa sentire, ha personalità. C’è il mio amico Scognamiglio, che finalmente gioca titolare. E Memushaj, un trascinatore”.

Cascione in estate poteva passare al Vicenza in Lega Pro, ma dopo aver anche firmato, ha avuto un ripensamento e ha puntato sul Santarcangelo, in odore di ripescaggio in terza serie. Ripescaggio che non è arrivato, anche per questo a dicembre ha cambiato aria e ha scelto il Forlì fino al 2020. Il cuore batte sempre per i biancazzurri.

Alla guida del Pescara c'è Pillon, con cui per poco non si è realizzato il matrimonio sportivo: “Lo conosco da avversario – chiude Cascione – . Ci siamo sfiorati a Livorno, nel 2010: stavo per andare lì, poi scelsi Pescara. Grande allenatore che ha voglia di rimettersi in gioco. Una grande carriera, poi un momento negativo: questa è la sua grande opportunità”.

Commenti

Il retroscena inedito su Padova-Pescara 0-6: "Litigammo prima del match, poi..."
Settore giovanile, vola la Primavera di Zauri