Prima squadra

Il capolavoro di mister Bepi da Preganziol

Un segnale importante e nel 2019...

31.12.2018 16:15

Davvero "tanta roba", come direbbero i più giovani. Il Pescara che completa il giro di boa a quota 32 punti è una scommessa che in pochi, pochissimi avrebbero sostenuto ad inzio campionato. Forse il solo Bepi Pillon, che pur mantenendo sempre un profilo bassissimo ha creduto ciecamente nelle potenzialità di un gruppo plasmato grazie ad un mox di gioventù ed esperienza che sta regalando grandi soddisfazioni. Il merito di questo exploit è essenzialmente del tecnico, che sul finale della scorsa stagione ha ereditato una situazione difficile ma ha saputo salvare un Delfino che ora, sei mesi ed un girone dopo, è nelle posizioni davvero nobili della graduatoria.

L'avvio è stato straordinario, Pescara senza sconfitte a lungo ed anche per più giornate primo in classifica, poi un fisiologico calo ha prodotto un rallentamento che ha fatto storcere il muso a molti. Non a mister Bepi da Preganziol, che ha mantenuto la calma e rispedito al mittente molte critiche e, soprattutto, ha mantenuto fede alle sue idee quando molti, se non tutti, chiedevano un cambio modulo. Non solo critica e tifosi, anche il presidente con il famoso "Piano B". E invece l'uomo col baffo è andato dritto per la sua strada, ma non con i paraocchi: ha ascoltato tutti e ragionato, si è confrontato con lo staff ma ha deciso di mantenere l'intelaiatura-base immutata, cambiandola in corso d'opera a seconda delle necessità. Come ha sempre fatto in carriera ed anche a Pescara quando le cose andavano a gonfie vele e nessuno si accorgeva, o meglio sottolineava a dovere, i cambi in corsa di fisionomia del suo Delfino. I sei punti conquistati nelle ultime gare del 2018 sono un segnale forte, fortissimo al campionato. Ed hanno una sola firma, quella di mister Bepi da Preganziol...

Commenti

Quando Bepi Pillon allenava Max Allegri a Padova
Il 2019 porterà ad un modulo alternativo? Chissà....