Prima squadra

Pescara-Charpentier, i dettagli dell'affare

Il Messaggero: "Il colpo del 2020 parlerà francese"

15.11.2019 16:23

Qualcosa si muove, il Pescara va all'attacco. Ed ha già pronto un nome caldo, anzi rovente, per il 2020. Ma non a gennaio, a giugno. Il bomber per il futuro c'è già, almeno secondo Il Messaggero ed. Abruzzo che svela i dettagli di un'operazione che potrebbe avere a breve la fumata bianca. Ecco quanto evidenziato nel preciso articolo del quotidiano oggi in edicola:

"Il Pescara ha già in tasca un bomber per il futuro. Il colpo del 2020 parlerà francese. La società ha messo le mani infatti su Gabriel Charpentier, 20 anni compiuti lo scorso maggio, goleador dell’Avellino in Lega Pro con 5 gol in 11 giornate. Il transalpino, nato a Parigi, è arrivato la scorsa estate in Irpinia dai lettoni dello Spartaks Jurmala, allenati dall’ex allenatore del Bari, Nunzio Zavettieri. Cresciuto nel Nantes, Charpentier, punta centrale di quasi un metro e novanta, piede destro, è una delle rivelazioni dei tre gironi di Lega Pro. Forte fisicamente, ha strappi improvvisi ed è molto veloce nonostante la stazza. Finora ha messo in mostra intelligenza ed estro, capacità di saltare l’uomo e tecnica importante: finora ha segnato cinque gol di pregevole fattura e sta giocando partite di altissimo livello con i biancoverdi. Curiosità: il tecnico del club campano, l'istrionico Eziolino Capuano, in allenamento lo ha ribattezzato Mbappè per le sue grandi qualità e per comunicare con lui ha bisogno dell'intermediazione del croato Celjak. L’agente del giocatore è Giuseppe Cannella, che lo ha proposto all’Avellino. E’ arrivato in prestito in estate dal club lettone, ma la prossima estate punta a sbarcare in serie B. Su di lui è già pronto a fare il blitz Lotito per la Salernitana. Ma il responsabile dello scouting del Delfino, Antonio Bocchetti, ha già parlato con lo stesso procuratore del giocatore durante un pranzo a Salerno nei giorni scorsi, strappando la promessa che Charpentier nella prossima stagione vestirà la maglia biancazzurra. C’è un patto per il prossimo giugno per portarlo all’Adriatico, anche se ad Avellino potrebbe cambiare la proprietà nei prossimi mesi e allora il Delfino avrebbe un accordo per accelerare i tempi dell’affare già nella sessione di gennaio. Magari con la collaborazione del solito Parma, che potrebbe monitorare e incentivare l’affare per avere il controllo di questo promettente centravanti"

Commenti

Erano “Poveri ma belli". Ma vincenti
Bocchetti: "Al momento non cerchiamo punte. E..."