Prima squadra

Verso la ricapitalizzazione

La scadenza è imminente, ci saranno novità importanti?

18.03.2019 11:42

Mancano pochissimi giorni al termine. I soci del Pescara dovranno effettuare a brevissimo la ricapitalizzazione di circa due milioni di euro deliberata durante l'assemblea tenutasi in data 8 febbraio e nella quale è stato approvato l'aumento del capitale sociale attraverso l’emissione di 2000 azioni.

Il presidente Daniele Sebastiani, ovvero l'azionista di maggioranza della società, nei giorni scorsi ha escluso l’ingresso imminente di nuove figure, ma in estate non è peregrina l'ipotesi di nuovi soci. Chiaramente, il passo della ricapitalizzazione è importante e si capiranno molte cose: nel caso in cui qualche azionista dovesse rinunciare all’aumento di capitale, ad esempio, la parte non optata potrebbe essere assorbita da nuovi soci, cambiando dunque l'ipotesi poco fa descritta. 

Sul punto, Il Centro ha riportato ieri che "l’ex amministratore delegato Danilo Iannascoli - proprietario di circa il 28% delle azioni - provvederà a versare soltanto la quota minima (circa il 10% della somma richiesta), in attesa della sentenza della Corte d’Appello dell’Aquila che metterà la parola fine alla lunga battaglia legale con Sebastiani. L’ultimo bilancio del Pescara, quello approvato al 30 giugno 2018, si è chiuso un risultato positivo di gestione pari a 4.641.953 euro; nel 2017, invece, il passivo d’esercizio era di 2,280 milioni; nel 2016 il passivo, invece, è stato di poco inferiore al milione, esattamente 720.708 euro".

 

Commenti

Borrelli, il goleador che fa sognare la Primavera (e non solo)
Il vicesindaco di Montesivano in TV da Bonolis e Laurenti