Prima squadra

Pescara Bond: ecco quanto è stato già raccolto

Il Centro: "La raccolta supera i 2 milioni di euro"

15.11.2018 09:20

Procede procede a gonfie vele il progetto “Pescara Bond”. Nonostante lo scetticismo di alcuni, la raccolta viaggia spedita e a poco più di 24 ore dalla scadenza delle sottoscrizioni, il club ha raccolto adesioni per una cifra di circa 2 milioni di euro. Superato dunque l’importo minimo stabilito per poter emettere le obbligazioni e finanziare i progetti di rafforzamento dell’area scouting e di incremento delle infrastrutture in dote al club. Probabilmente non si toccherà l'obiettivo dei 3 milioni, ma comunque la cifra è considerevole.

Il Centro ha raccolto l'9indiscrezione sulla cifra e pubblicato il commento del presidente Sebastiani. Eccolo: 

"Sono molto contento, la risposta dei tifosi e degli investitori ci spinge a impegnarci sempre di più per rafforzare la nostra società. È un attestato di stima che ci rende orgogliosi, significa che in Italia e anche all’estero (sono arrivate adesioni anche da Francia e, soprattutto, Inghilterra, ndr) ci sono tante persone che credono in noi. Sono in attesa del dato definitivo di oggi ma di certo abbiamo raggiunto i 2 milioni di euro e in questi ultimi giorni (domaniscadrà il termine, ndr) potremo toccare quota 2,5 milioni».

Il giornale poi specifica gli obiettivi ai quali la raccolta è destinata. "I soldi verranno investiti principalmente per ammodernare le strutture esistenti nel centro sportivo Poggio degli Ulivi di Città Sant’Angelo, per il quale c’è già l’intesa sull’acquisizione dall’attuale proprietario, l’ex patron del Pescara Giuseppe De Cecco. Inoltre, il presidente biancazzurro Daniele Sebastiani ha in mente di destinare parte delle risorse per potenziare l’area scouting. «Il nostro obiettivo è individuare i nuovi Torreira, Quintero o Lapadula, che cresceranno con noi e poi saranno rivenduti per il bene del Pescara e dei nostri tifosi». Oltre al rafforzamento dell’area scouting e alla realizzazione di nuove opere all’interno del centro sportivo Poggio degli Ulivi (ribattezzato Delfino training center), la società pensa alla realizzazione di un centro medico sportivo, denominato Pescara Lab, che potrà essere utilizzato non solo da tutti gli atleti del club biancazzurro (dal settore giovanile alla prima squadra), ma sarà al servizio del pubblico per esami di diagnostica e tante altre prestazioni. Il Pescara Lab dovrebbe sorgere all’interno all’Ekk hotel, la struttura dove i biancazzurri hanno spostato il loro quartier generale dall’anno scorso nei ritiri pre partita. In cantiere c’è anche la creazione di due nuovi campi in erba naturale a Città Sant’Angelo, una foresteria, una sala ristorante e una ricreativa, una zona multimediale, uffici e un campus per il settore giovanile", si legge.

Commenti

Un giovane biancazzurro in prestito continua ad incantare
Sebastiani: "Andiamo avanti e pensiamo già alla prossima partita"