Prima squadra

Il Pescara di Pillon riparte da qui...

Verso l'inizio del girone di ritorno

09.01.2019 12:48

Il Pescara di Pillon è tornato al lavoro per preparare il girone di ritorno, dopo aver chiuso con lode quello di andata. Al di là degli acquisti sul mercato, due "nuovi innesti" rispetto alla parte finale del girone sono rappesentati da Campagnaro e Capone che hanno già lavorato in gruppo e che puntano a dare quel contributo che negli ultimi mesi è mancato. La presenza dell'argentino nel cuore della difesa è fondamentale nonostante l'età non più verde, il recupero dell'atalantino consente a Pillon di avere un uomo di talento in più sulla trequarti e sugli esterni. E questa cosa può fare la differenza. 

Domenica contro il Fano ci sarà la prova generale in vista della ripresa ufficiale delle ostilità in B. Il calendario iniziale non è semplicissimo (qui date e orari dei match fino alla sesta giornata) e prevede subito due sfide interne molto importanti, a Cremonese e Brescia, intervallate dall'abbordabile trasferta di Livorno. Subito dopo due trasferte calde, a Foggia e Crotone, ed infine la gara all'Adriatico con il Padova: le prime 6 giornate daranno definitiva dimensione ad una truppa che sogna in grande ma che deve ancora confermarsi.

Si riparte da alcune certezze e da altrettanti dubbi, ma soprattutto si ricomincia con dati numerici importanti. Lo abbiamo già sottolineato subito dopo la conclusione del girone d'andata (leggi qui), vi rinfreschiamo la memoria. Il Pescara di Bepi Pillon è secondo in classifica con 32 punti insieme al Brescia  e nei 37 precedenti campioanti di B solo lo straordinario Pescara di Zeman targato 2011-12 ha avuto un rendimento migliore dopo 18 giornate, 33 punti. Rendimento identico invece per il Delfino di Cadè del 1976-77. Ambuedue quelle versioni del Pescara conclusero il campionato con la promozione, come il primo Pescara di Galeone che aveva 30 punti dopo 18 partite...

Il Pescara di Pillon è già meglio di quello di Delio Rossi ’96-97, Pasquale Marino 2013-14, Massimo Oddo 2015-16 (poi promosso in A) che totalizzarono 28 punti in 18 gare e di quelli di Antonio Valentín Angelillo 1978-79) e Galeone 1991-92 che conquistarono 27 punti in 18 giornate. 

29 i gol fatti e 23 quelli incassati dal Pescara di Pillon, che ha nell'Adriatico - Cornacchia, pur con poche presenze sugli spalti, la sua roccaforte avendo conquistato 7 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta (contro il Cittadella) in 9 gare pari a 22 punti (solo il Brescia ha fatto, 23 punti); assolutamente da migliorare il rendimento esterno che parla di 10 punti in 9 gare, frutto di 2 successi, 4 pareggi e 3 sconfitte. Meglio del Pescara hanno fatto addirittura 6 squadre, persino il Carpi. Ecco un aspetto da non sttovalutare: il bottino in trasferta può risultare determinante alla fine dei giochi. Senza dimenticare gli scontri diretti, determinanti in caso di arrivo a braccetto con altre squadre

Commenti

Quando Bepi Pillon allenava Max Allegri a Padova
Le previsioni meteo per l'Abruzzo