Prima squadra

Non decolla il mercato biancazzurro

Per ora ufficiali solo 2 uscite

16.01.2020 00:32

Domenica si torna in campo e il Pescara di Zauri è al lavoro per preparare la sfida alla Salernitana, ma in riva all'Adriatico a tenere banco è il mercato. Ma la sessione invernale di trattative biancazzurra non decolla da ieri il presidente Daniele Sebastiani è a Milano per provare ad imprimere una svolta positiva. Finora, infatti, il Pescara ha operato solo in uscita, cedendo Alessandro Celli in prestito al Rieti e salutando definitivamente Davide Vitturini, che è un nuovo difensore della Feralpi Salò. Il Pescara ha mantenuto un diritto a ricevere il 50% dal ricavato della futura rivendita del giocatore classe 1997.

In entrata, la telenovela sul nuovo centravanti si arricchisce ogni giorni di un nuovo capitolo. In pole adesso c'è Pettinari, in prestito dal Lecce al Trapani. I salentini hanno dato l'ok al traferimento a Pescara della punta, ma Castori, nuovo allenatore dei siciliani, non è dello stesso avviso e punta i piedi. Il Pescara nutre ottimismo, ma intanto tiene in caldo le alternative e la prima porta sempre al perugino Federico Melchiorri, anche lui un ex, che prima però deve liberarsi dal Perugia. Nelle ultime ore ha assunto informazioni sul giocatore la Salernitana, proprio il prossimo avversario dei biancazzurri ed il Vicenza è tornato alla carica con l'offerta di un contratto di 2 anni e mezzo che può fare breccia. Tuttavia i costi complessivi, tra indennizzo che viole il Grifo e ingaggio, possono frenare il tutto. Inoltre, con Iemmello squalificato per Melchiorri le prossime partite potrebbero significare il ritorno ad indossare una maglia da titolare con la prospettiva di cambiare la sua stagione (Cosmi è un suo grande estimatore e potrebbe decidere di puntare su di lui anche a lungo termine). Tuttavia la sensazione è che il Pescara sia in piena corsa e che possano esserci sviluppi (positivi) a stretto giro

A Milano, Sebastiani proverà a chiudere con la Juventus per il portoghese Mota Carvalho, perno della formazione bianconera Under 23 che nei piani biancazzurri è il perfetto alter ego di Machin e Galano. Non sarà facile, sia perchè la Vecchia Signora è titubante sia perchè alcuni club esteri sembrano più interessati del Delfino. Anche Asencio si allontana: il giocatore gradirebbe la soluzione adriatica, ma il Cosenza si avvicina alla chiusura dell'affare

 

Commenti

La Lega B dà i numeri: il Pescara
Scommettiamo che... Le quote di Pescara-Salernitana