Prima squadra

Sebastiani: “Cisco è stata un'operazione complessa. Ecco il punto su Galano e Iemmello”

Il Presidente biancazzurro ha parlato di mercato a Rete8 Sport

29.06.2019 00:25

A CURA DI RICCARDO CAMPLONE - Il punto sul calciomercato biancazzurro direttamente grazie alle dichiarazioni del vertice del club

Daniele Sebastiani, al microfono di Massimo Profeta, ha confermato l’operazione di Cisco proveniente dal Sassuolo con prestito biennale. Il Presidente biancazzurro ha parlato della trattativa di Galano e soprattutto Gaston Brugman, che salvo clamorose offerte dovrebbe rimanere a Pescara. Nei giorni scorsi c’è stato un incontro tra il patron biancazzurro ed il Presidente del Benevento, Oreste Vigorito, sulla possibile cessione di Brugman per le “streghe” ed il possibile prestito di Iemmello.

L’operazione di Cisco è stata molto complessa. E’ un operazione che è fatta guardando un pò la parte patrimoniale della società. Non è un nome a sorpresa perché era un giocatore della nostra lista. Cisco è un grande giocatore con grandi qualità e potenzialità. Ci ha dato un dispiacere quest’anno perché ci ha segnato all’Euganeo con il Padova. Galano? Credo che non ci siano altri problemi. Stiamo parlando di un giocatore che non è una scoperta per la serie B. Ha bisogno di rilanciarsi e Pescara è una piazza che potrebbe essere buona per lui. Brugman e Iemmello l’incastro giusto? Non credo. Brugman è un giocatore che ambisce molto. Se andrà via da Pescara è per qualcosa di più. Benevento è una piazza importante con un Presidente importante. Ha dei programmi molto importanti nei prossimi anni. L’incontro con Vigorito c’è stato ma solo di amicizia. Gli avevo promesso che quando sarei andato a Napoli per altre cose sarei andato a trovarlo per visitare il suo centro bellissimo. Siamo stati 3-4 ore insieme e abbiamo parlato di tutto tranne che di giocatori. Questa è l’unica volta che non vi ho detto una bugia. Iemmello? E’ un giocatore che tutti vorrebbero avere in questa categoria per le qualità che ha. E’ un giocatore che ha dei costi importanti che il Pescara non può permettersi. Brugman a titolo definito al Benevento per Iemmello? No. La punta centrale non si può sbagliare. Credo che alla fine della fiera la punta centrale negli ultimi anni abbiamo sbagliato poche volte. Melchiorri e Ciofani? Noi abbiamo le idee chiare. Non sono nella nostra lista. Brunori? Sono profili che hanno fatto bene quest’anno. Non significa nulla che viene dalla C. Anche Mancuso e Lapadula venivano dalla C. Perchè Legrottaglie in Primavera? E’ una persona che ha fatto il suo percorso da allenatore. Aveva voglia di tornare ad allenare in un settore giovanile perché lo ha già fatto a Bari. E’ un ragazzo che stimo molto. Del Grosso al Monza? E’ un ragazzo che è venuto a Pescara lo scorso anno. Ha 36 anni e se dovesse capitargli un occasione importante anche dal punto di vista economico non ci sarebbe nulla di male. Purtroppo la passione, la maglia ed il cuore sono finite da tempo. Tanti giocatori baciano la maglia e dopo un mese partono. Gli allenatori come abbiamo visto quest’anno in tanti casi sono andati in luoghi dove non ci saremmo mai aspettati. Le plusvalenze al 30 giugno? Noi facciamo quelle vere. Vendiamo i giocatori ed incassiamo. Per me la necessità non c’è. Se la faccio il 30 giugno oppure il primo luglio per me è uguale”

Commenti

Quando Pescara era una festa
UFFICIALE - IL PESCARA ANNUNCIA L'ARRIVO DI CISCO