Prima squadra

Il commento al mercato del presidente Daniele Sebastiani

Le parole del numero uno biancazzurro a Rete8

03.09.2019 10:35

Niente attaccante che fa la differenza, ma il solo Drudi in entrata: l'ultimo giorno di mercato in casa Pescara ha regalato solo queste novità di rilievo (in archivio tutte le operazioni, clicca qui). A fine sessione il presidente Daniele Sebastiani, che non è salito a Milano, ha commentato a Rete8 un'estate di mercato molto intensa.

Ecco le sue parole:

"Quello che dovevamo fare lo abbiamo fatto, qualche ragazzo più giovane forse poteva andare a giocare ma resterà qui alla fine. Zauri aveva chiesto in avanti qualcuno meglio dei nostri, quindi da una categoria superiore perchè quelli che ha a disposizione sono tutti bravi. Il reparto offensivo in 2 partite ha fatto 5 gol, cosa chiedere di più? Devo fare i complimenti a Bocchetti e Repetto perchè hanno preso giocatori mirati in ogni reparto e allestito, come ogni anno, una squadra competitiva. Dove potremo arrivare lo dirà il campo. 

Brignola era un'ipotesi, Millico era più adatto. Il giocatore che abbiamo cercato è stato Di Gaudio, ho parlato col ds del verona fino all'ultimo ma il giocatore non è voluto andare via e ha preferito provare a giocarsela là. Era il profilo che volevamo, non è stato possibile ed abbiamo deciso di continuare con quello che abbiamo che è di qualità. Ora testa bassa e pedalare, sta anche ai giovani far crescere questa rosa ed i giovani come Cisco. Abbiamo preso Bocic dall'Udinese che in pochi conoscono ma è un bel prospetto, un esterno che ricorda un po' Sottil. Il gruppo segue il mister e bisogna lavorare. Il ds e il presidente dell'Entella ci hanno chiesto fortemente Brunori, ma è un giocatore forte e tra i primi che volevamo prendere. Quindi abbiamo risposto che non si sarebbe mosso da Pescara. Un rimpianto di mercato? Quello di aver dovuto aspettare per portare alcuni giocatori che provengono dalla A perchè avrebbero alzato prima anche il livello di competitività negli allenamenti. Sottil? Sono stato uno stalker di Pradè nell'ultimo mese di mercato, come per Massara del Milan, mi auguro per il ragazzo che trovi spazio. Egoisticamente mi auguro di no perchè a gennaio si potrebbe riaprire il discorso. Voto al mercato? Sono soddisfatto, una sufficienza piena. Obiettivi? Vogliamo cercare di goderci il campionato. Il modulo? Zauri ha sempre detto di non avere i paraocchi ma di essere aperto a varie soluzione, che deve scegliere lui. A centrocampo abbiamo un paio di elementi in più se li avessimo tutti a disposizione, a gennaio faremo le nostre valutazioni. Ma è il reparto che è migliorato di più. Ingelsson è un giocatore sul quale l'Udinese punta molto, è un prospetto importante, una mezz'ala mancina che ha fisico e un buon tiro. Chochev è una scommessa che abbiamo fatto, se non avesse avuto l'infortunio sarebbe in A e non a Pescara". 

Commenti

Info biglietti amichevole Morro d'Oro - Pescara
Convocazione in Nazionale per Svante Ingelsson