Prima squadra

Altro giro, altro scontro diretto: è tempo di #PescaraPalermo

Il #posticipo di #SerieB coincide con la #Partitissima del turno

03.04.2019 00:01

Si torna subito in campo, per fortuna. E' infatti un bene per il Pescara tornare subito in campo dopo il ko di Lecce, connotato dai noti e gravi episodi di cronaca prima del fischio iniziale del match e da una prestazione, condita da sconfitta pesante, da matita rossa. Sulla carta l'incontro di questa sera non è affatto agevole, ma il Palermo di scena questa sera all'Adriatico-Cornacchia è una squadra con i cerotti. Tra infortuni e squalifiche, infatti, mister Stellone - in passato vicinissimo alla panchina pescarese - deve rinunciare a tanti uomini, tutti importanti. Qualche nome? Chochev, Bellusci, Rajkovic, Nestorovski e Falletti. Anche il Pescara ha qualche assenza di spessore (Campagnaro e Marras) ma la truppa di Pillon è chiamata ad una grande prova e a centrare una vittoria che manca dal 3 marzo (Pescara-Spezia 2-0). 

Tornerà tra i titolari Gravillon ma c'è il dubbio sul modulo che sceglierà il tecnico di Preganziol. La sensazione è che si possa tornare al 4-3-3, con Del Sole ad appropriarsi finalmente di una casacca da titolare per unirsi a Mancuso, di nuovo sull'esterno, e al redivivo Monachello nel tridente. Probabile inoltre della coppia Del Grosso-Balzano sulle corsie esterne di difesa: la loro assenza si è fatta sentire e nel corso del campionato hanno dimostrato di essere i più affidabili e continui nelle due fasi di gioco. La posta in palio è probabilmente più pesante dei canonici 3 punti, visti anche i risultati di ieri sera: il Brescia ha pareggiato 2-2 sul campo dell’Hellas Verona nella sfida tra quarta contro prima e dunque match clou di diritto, bel successo in chiave play-off per il Benevento, che regola il Carpi per 3-1, mentre frenano, invece, il Perugia, messo al tappeto dal Crotone per 2-0, e Cittadella (1-1 a Venezia). Successo in extremis dello Spezia, che batte 2-1 la Salernitana.

Oggi il turno infrasettimanale della Serie BKT sara’ completato dall'impegno del Lecce che ospita il Cosenza con l’obiettivo di agganciare la testa e dalla gara dell'Adriatico (a riposare in questo turno e’ il Foggia). 

Nei 22 precedenti ufficiali in Abruzzo il segno dominante è il pareggio, uscito 10 volte, mentre sono otto i successi biancazzurri e 4 quelli rosanero. Arbitra Nasca, fischio d'inizio alle ore 21. 

Commenti

Mercato: torna di moda Ginella per il Pescara
Ululati razzisti a Cagliari, come contro Muntari