Prima squadra

Mercato: Zinni può tornare alla base

Il Delfino segue il baby in prestito al Cupello, il più giovane marcatore nella storia dell'Eccellenza abruzzese

14.04.2019 00:33

Vi abbiamo già parlato ripetutamente di Alessandro Zinni, 17 anni da compiere il 31 maggio, attaccante del Cupello in prestito dal Pescara. E il Delfino continua a seguire le gesta di questo baby attaccante che davvero può tornare alla base in estate: dopo si deciderà se aggregarlo alla Primavera oppure girarlo nuovamente in prestito, ma il club adriatico sembra puntare davvero su di lui che adorava Kakà ed ha sempre sognato di diventare un calciatore, sin da bimbo, è cresciuto con il sogno di diventare un calciatore.

Il 19 settembre scorso, con il gol realizzato contro l'Acqua&Sapone, è diventato il più giovane marcatore della storia dell'Eccellenza abruzzese, niente male per il calciatore tascabile crresciuto nello Scerni e arrivato al Pescara dopo la parentisi al Quattro Colli: si mise in mostra a 11 anni, in un'amichevole con i Giovanissimi del Pescara, squando egna una doppietta e "convince" Antonio Di Battista a portarlo al Pescara dopo un solo allenamento-provino.
 27 gol con i Giovanissimi provinciali, 28 con i regionali, 8 con i nazionali e 4 con gli Allievi: questi i numeri di Zinni nella Cantera Biancazzurra, con l'apice della vittoria di un torneo Giovanissimi, segnando in finale contro la Juventus e vincendo il premio di miglior giocatore. «Poi il Pescara mi ha girato al Cupello», ha raccontato giorni fa a Il Centro Zinni, «e devo ringraziare mister Carlucci perché, nonostante avessi solo 16 anni, mi ha buttato subito nella mischia»- Mio padre Gianfranco è stato capitano del Cupello 20 anni fa ed è stato lui a trasmettermi la passione per il calcio». A giugno per lui si riapriranno le porte del grande calcio: la strada per diventare un big è lunga e tortuosa, ma le premesse sono buone

Commenti

Mercato: torna di moda Ginella per il Pescara
AcquaeSapone Futsal: storico primato in serie A