Prima squadra

Davide Bettella in rampa di lancio: l'identikit

Il difensore classe 2000 è pronto al debutto tra i professionisti

19.04.2019 00:12

Elizalde? No, il primo millenial ad esordire in biancazzurro sarà Davide Bettella, "Il Predestinato". A lui saranno consegnate in quel di Carpi le chiavi della difesa biancazzurra, stante le numerose defezioni nel reparto arretrato alle quali mister Bepi Pillon dovrà porre rimedio

Dopo le panchine in serie A tra Inter e Atalanta e quelle in B con il Pescara ha ora la chance di far vedere a tutti di quale pasta è fatto il apitano dell’Italia under 19 che si ispira a Nesta (poteva esordire al suo cospetto un turno fa) e Segio Ramos, anche se taluni rivedono in lui il primo Andrea Ranocchia, quello forgiato da Antonio Conte tra Arezzo e Bari prima di non mantenere le promesse nel calcio che conta, o addirittura Milan Skriniar, che però rispetto a Bettella ha ben più fisicità e potenza. Il 19enne di origini padovane è considerato dagli addetti ai lavori uno dei difensori più promettenti della scuola italiana e le sue vecchie squadre, Inter ed Atalanta, ne seguono i progressi in attesa di puntare forte su di lui (in base a taluni accordi, infatti, i nerazzurri milanesi avranno in futuro la priorità mentre i nerazzurri bergamaschi punteranno forte su lui per costruire la Dea che verrà a partire dall'estate 2020).

"A Milano, in Primavera, l’anno scorso ha vinto un campionato e una Supercoppa. Nell’Inter il suo compagno di stanza era Niccolò Zaniolo, l’ultimo debuttante nell’Italia di Mancini", ha raccontato di recente Il Centrosu questo difensore molto attento in marcatura, bravo nell’anticipo e nel gioco aereo. Bettella "ha quasi sempre giocato in una difesa a 4, sia a destra che a sinistra, ma per qualità atletiche può adattarsi anche a una linea a 3", ha scritto ancora il quotidiano, e al Cabassi giocherà in coppia con Perrotta, formando una coppia giovanissima. Ha scelto il numero 18 e lo vedremo in campo a Pasquetta. Sarà lui la bella sorpresa del torneo di B nel weekend pasquale? Pillon se lo augura...

Commenti

Insigne e il Pescara: "Ero del Crotone, poi..."
Figli d'arte crescono: papà Sottil racconta suo figlio Riccardo