Pallanuoto

Il pescarese Francesco Di Fulvio sul tetto d'Europa

E' ormai tra i più grandi di sempre, ma non vuole fermarsi....

Redazione Ps24
08.06.2021 00:01

“Campioni d'Europa!”. Una foto sul profilo ufficiale Instagram corredata da queste parole è tutto ciò che si concede Francesco Di Fulvio dopo l'ennesima grande vittoria della sua carriera. Sabato sera la sua Pro Recco ha alzato al cielo di Belgrado la Champions League 2021, dopo una battaglia con gli ungheresi del Ferencvaros chiusasi sul 9-6. I due gol nella finalissima non gli sono valsi il premio di MVP della competizione, vinto dal compagno Mandic, ma lo hanno confermato come l'uomo decisivo del club ligure, che esattamente un mese fa aveva alzato al cielo anche la Coppa Italia nella Final Four di Palermo a danno del Brescia (11-10 il punteggio, Di Fulvio in gol anche in quella circostanza). 

L'amarezza per la finale Scudetto persa con Brescia è stata dunque archiviata nel modo migliore e lo stesso Francesco aveva fatto capire che il proscenio continentale sarebbe stato quello giusto per prendersi subito la più bella delle rivincite. "Dobbiamo resettare la testa, ci abbiamo già pensato troppo alla finale Scudetto, è stato un passo falso, ma abbiamo la fortuna di ritornare subito in vasca per l’obiettivo più grande della stagione”, aveva commentato Francesco immediatamente prima della rassegna di Belgrado. “Chi pensa che siamo morti si sbaglia, vogliamo dimostrare quanto valiamo e raggiungere questa coppa che manca da parecchi anni a Recco: la fame c’è”.

 Ed è proprio l'insaziabile fame di successi il vero segreto di Di Fulvio. Ormai il suo ricchissimo palmarès lo inserisce tra i più grandi di tutti i tempi: 5 Scudetti, 5 Coppe Italia, 2 LEN Champions League e 1 Supercoppa a livelo di club, uniti all'oro Mondiale di Gwangju 2019, al bronzo olimpico a Rio 2016 e a quello europeo nel 2014 e alla medaglia d'argento alla World League 2017, lo rendono già uno dei più vincenti di sempre, ma Di Fulvio non vuole fermarsi. Il prossimo obiettivo è infatti Tokyo, per la rassegna a cinque cerchi olimpici da vivere come il trascinatore del Settebello Azzurro che punta al gradino più alto del podio. Una vittoria italiana potrebbe confermarlo infatti come miglior pallanuotista del mondo, titolo che ha già vinto nel 2019 sia in merito al concorso del periodico Swimming World Magazine (che assegna il “Pallone d'Oro” della disciplina) sia come LEN Award. Con le squadre cittadine in B e i grandi fasti del passato ormai un ricordo sbiadito, Pescara gioisce e sogna ancora con Francesco Di Fulvio. Basta aprire i social e vedere quanti post i suoi concittadini hanno dedicato al figlio prediletto della Pescara sportiva. 

Commenti

Marco Verratti si trasforma in... GattoMarco!
Quale futuro dopo l'addio di Barbarossa e del marchio Acqua&Sapone?