Prima squadra

Tanto agonismo, pochissime emozioni: Entella - Pescara 0-0

A Chiavari è andata così

17.02.2018 14:04

Tanto agonismo, pochissime emozioni e zero gol: Entella e Pescara si dividono la posta in palio. Finisce 0-0 in Liguria, ma il Pescara in pieno recupero reclama per un penalty non concetto su sospetto fallo di La Mantia su Bunino. Per la terza volta in cinque gare da inzio del girone di ritorno i biancazzurri restanzo senza gol. E l'astinenza da reti inizia ad essere una preoccupante costante. 

La gara. L'ottimo debutto della scorsa settimana non è servito a Gravillon per essere confermato tra i titolari; torna Campagnaro ed è l'unica novità rispetto all'undici che ha battuto la Salernitana. Tra i padroni di casa, in piena emergenza (soprattutto in difesa), le velleità offensive sono affidate al duo La Mantia - Aramu.

Sotto una pioggia battente, parte bene l'Entella con Aramu che impegna Fiorillo, poi il Pescara al minuto 11 sfiora un gol con un tiro di Yamga da dentro l'area che diventa un assist per Pettinari, con il bomber che viene murato in extremis. I ritmi non sono alti, c'è un buon agonismo in campo ma il sintetico reca insidie ai protagonisti penalizzando lo spettacolo. I liguri ci provano soprattutto con tiri da fuori, ma raramente sono pericolosi (Acampora al 21' non inquadra lo specchio della porta); più manovrata l'azione del Pescara, oggi in completo verde acido, ma altrettanto improdittuva nella prima parte di match. Al 28', termina alto di un soffio un calcio piazzato battuto da zona centrale da capitan Brugman, che sfiora dunque il suo secondo gol consecutivo su punizione (il quarto da quando gioca a Pescara). Al 34', è ottimo l'intervento di Fiorillo a dire di no ad Aramu nella miglior azione orchestrata dai ragazzi di Aglietti. Il Pescara ha guadagnato metri con il trascorrere dei minuti, ma al predominio territoriale crescente non corrisponde il diretto aumento della pericolosità. Al 41', Yamga conclude con un bel diagonale una trama piacevole dei suoi, ma la deviazione in scivolata di un difendente (De Santis) permette agli uomini di Zeman di guadagnare solo un corner. Un minuto dopo, ci prova da fuori Carraro ma la mira non è precisa. Non acade altro degno di nota, il primo tempo si conclude dunque sul punteggio di 0-0.

Si riparte senza variazioni nelle due formazioni. Al 4', si rinnova il duello Aramu - Fiorillo, questa volta su calcio di punizione, con il portiere ospite che ancora una volta esce vincitore. La risposta pescarese è immediata, un tiro-cross di Valzania che impone a Iacobucci, pescarese di nascita ma mai di militanza, la respinta coi pugni. Crimi a due passi da Fiorillo non riesce a tramutare in oro l'imbeccata di La Mantia, la difesa di Zeman si chiude bene (5'), al 10' Carraro "dipinge" in verticale per Yamga, ma il colored fallisce la spizzata vincente di testa: l'avvio ripresa sembra porre le basi di un tempo ben più scoppiettante rispetto ai primi 45' di gioco. Al 14', rischiano un pasticciaccio brutto Fiorillo e Carraro, per fortuna di Zeman i liguri non ne approfittano. Un minuto dopo il boemo tenta di vivacizzare il tridente, inserendo Baez e spedendo sotto la doccia un opaco Mancuso. Al 20', Aramu da fuori area impegna ancora una volta severamente Fiorillo, ma il portiere è attentissimo. Al 28', Aramu direttamente da clcio di punizione scheggia la traversa della porta difesa da Fiorillo, è la sua ultima azione prima di lasciare il posto a De Luca. Al 34', secondo cambio per Zeman: esce Pettinari, a secco da inzio dicembre, ed entra Bunino. Al 37', esce di non mkolto fuori una girata al volo di La Mantia. Al 42', Iacobucci con i pugni respinge un tiro-cross di Balzano, anticipando Valzania. Al 48', sospetto contatto in area ligure tra La Mantia e Bunino, ma per l'arbitro non c'è nulla di irregolare da sanzionare. Finisce così, perchè all'ultimo repiro De Luca viene murato a due passi da Fiorillo: 0-0. 

Il tabellino: 

ENTELLA - PESCARA 0-0

Entella (3–5–2): Iacobucci, De Santis, Benedetti, Cremonesi; Belli, Acampora (40'st Di Paola), Crimi, Ardizzone (21'st Eramo), N. Aliji; La Mantia, Aramu (29'st De Luca). All. Aglietti.

Pescara (4–3–3): Fiorillo, Balzano, Campagnaro, Perrotta, Mazzotta; Valzania, Carraro, Brugman; Yamga, Pettinari (34'st Bunino), Mancuso (15'st Baez). All. Zeman

Ammoniti: Ardizzone, Aliji (E), Carraro, Perrotta, Valzania, Brugman (P)

ArbitroRapuano di Rimini

Commenti

Oggi sarebbe stato il compleanno di Borgonovo. Noi lo ricordiamo con una lettera di Roby Baggio
Il Pescara Primavera torna alla vittoria