Prima squadra

Sebastiani: "Pillon? Non è importante l'opzione di rinnovo ma dare continuità di risultati"

Così a Rete8 il presidente

03.03.2019 22:37

Tre punti pesantissimi per il Pescara. E torna il sereno. Il presidente Daniele Sebastiani in mixed zone è stato piuttosto loquace. Ecco le sue dichiarazioni: 

"Mi sono divertito, come ho sempre detto questa squadra quando gioca a calcio se la può giocare con tutti", le parole del presidente a Rete8. "Io dico sempre quello che penso, il presidente non è che sta qui solo a prendersi le parole ma è giusto che qualche volta dica anche la sua. A Benevento abbiamo sbagliato atteggiamento, oggi abbiamo avuto un atteggiamento perfetto ed abbiamo preso i tre punti. Ho rivisto il Memushaj dei bellissimi tempi perchè oggi ha fatto un partitone, a Bruno non si possono chiedere giocate alla Brugman ma davanti alla difesa di giocatori come lui in Serie B credo ce ne siano pochi. Quando tornerà Brugman l'allenatore farà le sue scelte, io non ho mai fatto la formazione a nessuno figuriamoci se la faccio all'allenatore di oggi. Brugman credo che saletrà le prossime due partite e lo rivedremo dopo la sosta. Pubblico? Sono stufo di parlare degli spettatori, chi è assente ha sempre torto di solito. Noi teniamoci stretti quelli che ci sono, non pensiamo a quelli che non ci sono che se vorranno venire verranno. Facciamo i complimenti a quelli che ci sono, in tutte le aprtite dentro e fuori i soliti. A loro vanno i ringraziamenti, agli altri li ringrazieremo quando verranno ma non è che ci possiamo attaccare agli spettatori. Questa squadra avrebbe meritato e avrebbe bisogno di un pubblico ancora maggiore, però adesso ci sono questi che si sono fatti sentire per tutti i 95 minuti e va benissimo così". Sulla classifica: "Continuamo a fare quello che stiamo facendo, il meglio possibile. Poi tra 4-5 partite vedremo dove ci troviamo, intanto faccio una battuta: la salvezza è matematica ed è una cosa impostante. Poi prossimamente sorrideremo per altro..." Su Pillon: "Con lui ho un rapporto splendido, oggi non è importante l'opzione di rinnovo ma dare continuità di risultati alla squadra. Quando le persone vanno d'accordo e non ci sono problemi, perchè crearceli? Quando sarà, se decideremo insieme, di restare insieme lo faremo. Ora tutti concentrati sulle prossime partite"

Commenti

Il retroscena inedito su Padova-Pescara 0-6: "Litigammo prima del match, poi..."
Francavilla al Mare, rapina all'ufficio postale