Prima squadra

Pillon: "Siamo stati bravi a reagire e crederci fino alla fine"

Le parole del tecnico di Preganziol nel post partita

30.10.2018 23:46

A CURA DI CLAUDIO ROSA

Si salva letteralmente in corner il Pescara che contro il Cosenza si è trovato ad un passo dalla seconda sconfitta consecutiva, pescando solo nei minuti finali il jolly con Crecco.
Nel dopopartita è lo stesso Bepi Pillon, allenatore dei biancazzurri, a non fare drammi cercando di analizzare con razionalità la sfida: “Il primo tempo in realtà non l’abbiamo giocato male. Oggi però dovevamo far gol, abbiamo avuto varie occasioni dove però abbiamo sbagliato o la conclusione o l’ultimo passaggio, ma bisogna andare in vantaggio perché poi la partita cambia. Abbiamo poi concesso quella rete al 45esimo che potevamo e dovevamo evitare, ma siamo stati bravi a reagire e crederci fino alla fine. Loro si erano chiusi bene, gli spazi erano pochi, ma abbiamo giocato troppo in orizzontale senza attaccare bene gli spazi. Il Cosenza nel secondo tempo si è chiuso con tutti gli uomini nella propria metà campo, fai fatica poi a creare palle gol. Antonucci? È l’unico dispiacere che ho oggi. Ha avuto un risentimento muscolare ed avevo paura si potesse strappare, è stato il migliore in campo nel primo tempo. Non vorrei perderlo perché è un giocatore importante per noi.”

Commenti

Mercato: derby di Milano (e non solo) per Machin
Trinchera, ds Cosenza: "Al contrario non so se a Pescara l’arbitro avrebbe avuto la stessa disinvoltura a convalidare il gol.."