Prima squadra

Una scelta di cuore e di appartenenza

#VF1 e #FiorilloCapitano sono gli hashtag più in voga a Pescara

Luciano Rapa
26.06.2018 00:50

Probabilmente, almeno per un momento, la sua certezza granitica ha vacillato. Un ricco triennale che aiuta a vivere meglio in futuro, la possibilità di giocare nella Juventus azera e di avere la ribalta internazionale potevano essere uno stimolo forte, anche per prendersi quelle rivincite con il calcio italiano che troppo presto lo aveva definito "Il Nuovo Buffon" ed altrettanto velocemente lo aveva accantonato. 

"Vincenzo Fiorillo ha rifiutato l'offerta ed è andato avanti", avrebbe detto Bonolis o Insinna in tv nella celebre trasmissione dei pacchi. Il no al Qarabağ ha fatto rumore, molto. A Pescara, accolto dall'ovazione social dei tifosi biancazzurri (#VF1 e #FiorilloCapitano sono gli hashtag più in voga), e un po' in tutto il mondo del calcio italiano. Non era cosa affatto scontata ed in un calcio che ha perso i valori romantici di un tempo è un qualcosa che ha lasciato il segno. Solo il futuro dirà se la sua è stata una scelta giusta o meno, se legherà per sempre il suo nome a quello del Delfino oppure no. Ma intanto Fiorillo si prepara a ripartire. Con la maglia biancazzurra addosso e con la fascia di capitano (presumibilmente) al braccio

Commenti

Cammarata: "Pillon scelta giusta in una B difficile. Su Pompetti al Pescara dico..."
Fiorillo: "Vi racconto come è andata col Qarabag..."