Futsal

Ufficiale: ecco i primi due rinforzi per l'AcquaeSapone

Jesulito ed Houenou per non far rimpiangere le tante partenze di spessore

22.07.2019 00:47

Inizia a rinforzarsi l'AcquaeSapone. Dopo le tante partenze di spessore, ecco i primi due arrivi ufficiali. Si tratta di Jesulito ed Houenou.

Jesus Antonio Solano Otero, più noto come “Jesulito”, è un classe 1989 spagnolo già noto al futsal italiano e a Bellarte, che lo ha allenato all'epoca della comune esperienza al Real Rieti.  “Sono felicissimo di essere arrivato nella vostra società, potevo farlo lo scorso inverno, ma non abbiamo trovato l’accordo. Adesso finalmente posso dire di essere un giocatore del club più importante d’Italia: sono motivato e orgoglioso. Torneremo a lottare per il titolo. Ringrazio il presidente Barbarossa e al mister Bellarte e tutti i dirigenti che mi hanno aiutato a chiudere la trattativa e trovare un accordo. Ricambierò tutta questa fiducia sul campo. Non vedo l’ora di iniziare gli allenamenti e conoscere i miei nuovi compagni”, le parole del laterale offensivo mancino.

Jesulito trova un altro volto nuovo in nerazzurro. Si tratta di  Carlo Houenou, nato a Vicenza il 31 agosto del 1996. Pivot dal fisico agile e di grande tecnica, arriva a titolo definitivo dal Real Arzignano, con cui ha esordito nella passata stagione in serie A e conquistato anche la maglia della Nazionale italiana. “Ho sensazioni molto positive, sono stato subito accolto benissimo e spero che con tutto il cuore che questa nuova avventura vada per il meglio”, le prime parole del goleador nato in Veneto ma di origini africane (i genitori sono del Benin). Per l’idolo di Arzignano – ha iniziato a 12 anni a giocare a futsal con i biancorossi – una scommessa e una scelta di vita: “Sì, ho voluto scommettere su me stesso e in questa sfida perché conosco le ambizioni e la serietà di questa società, che punta sempre in alto. Sono arrivato all’età giusta per fare questo salto di qualità in carriera”, ha aggiunto Carletto, come lo chiamano i tifosi veneti.

Decisiva la chiamata di Max Bellarte: “Bellarte lo conosco e ci ho parlato a lungo: è stata la molla che mi ha spinto a venire qui. Spero possa farmi crescere e migliorare il più possibile”. Houenou ha scelto la maglia numero 3 che è stata per tre anni di Gabriel Lima (che lo ha già preso in giro via social per questo): “Sì, non ha perso tempo per prendermi in giro… In realtà ho scelto la numero tre perché è la maglia con cui ho iniziato ad Arzignano, la stessa con cui ho segnato i primi gol in prima squadra e con cui sono esploso. Spero di mantenere alto il blasone di questa maglia con l’AcquaeSapone Unigross”. Scommessa nella scommessa per il nuovo pivot nerazzurro: conquistare un posto ai prossimi Mondiali in Lituania. “Spero di far parte del gruppo azzurro che andrà Mondiali. Una motivazione in più a scegliere questa maglia: voglio convincere il ct della Nazionale facendo bene con il mio club”.

Commenti

Perrotta al Bari, il Pescara cerca un centrale
Ecco il nuovo main sponsor del Pescara