Prima squadra

Bocchetti: "A gennaio qualcosa faremo, stiamo valutando"

Così il d.s. a Il Centro: "Questa società negli anni ha sempre dimostrato di saper intervenire"

15.10.2019 08:36

Parola al d.s. Antonio Bocchetti. Il giovane dirigente è tornato a parlare e lo ha fatto attraverso le colonne de Il Centro ieri in edicola. Ecco le principali dichiarazioni rilasciate da Bocchetti al quotidiano abruzzese:

«Il 3-5-1-1 di Ascoli si è rivelato efficace. Secondo me il 3-5-1-1 è un sistema di gioco molto offensivo e si sbaglia quando si afferma il contrario. Con il Crotone abbiamo perso, ma non è dipeso dal modulo. Abbiamo incontrato una squadra molto forte e il nostro atteggiamento non è stato dei migliori. Ad Ascoli, invece, ho visto una squadra solida. Il gruppo è vivo e, quando viene punto nell’orgoglio, risponde alla grande. Mi è piaciuto l’atteggiamento nell’arginare gli uomini più pericolosi dell’Ascoli. Mi riferisco a Da Cruz, Ninkovic e Scamacca. A parte il palo di quest’ultimo, abbiamo rischiato poco e vinti parecchi duelli. Abbiamo usato la testa e la forza di volontà è stata determinante. Questa vittoria è una buona base per il futuro. Il modulo? Va interpretato a secondo degli avversari e Zauri sa bene come utilizzarlo. Squadra "anziana" ad Ascoli? È vero, ma in questi momenti delicati la forza dei cosiddetti senatori serve. Sono loro che devono trascinare il gruppo e lo hanno fatto alla grande. Brunori? Ha fatto una buona gara e non deve avere l’ossessione del gol».

Sui prossimi impegni e il mercato: «Lo Spezia finora è stato penalizzato dai risultati e la classifica non corrisponde ai valori tecnici. La squadra ligure è forte e gioca con un buon 4-3-3. L’allenatore, Vincenzo Italiano, sa far girare bene le sue squadre. Il suo Trapani, per esempio, l’anno scorso giocava un gran bel calcio. Sarebbe fantastico fare sei punti, ma sappiamo bene che non sarà semplice. Il Benevento è una corazzata. L’importante è dare continuità al risultato di Ascoli e fare più punti possibili da qui alla fine del girone d’andata. Mercato? A gennaio qualcosa faremo. Questa società negli anni ha sempre dimostrato di saper intervenire nelle sessioni invernali. Stiamo facendo delle valutazioni. I contratti in scadenza? L’anno scorso anche Del Grosso e Campagnaro andavano a scadenza, ma hanno impiegato 5 minuti a rinnovare il contratto dopo aver parlato con il presidente Sebastiani. Per ora è presto, se ne riparlerà più avanti».

Commenti

Info biglietti Pescara-Spezia
Sole24Ore: le posizioni delle province d'Abruzzo nell'indice di criminalità