B Zona

Nesta: "Giocare a Pescara è dura per tutti, ci vorrà un Perugia super"

La vigilia in casa Grifo

11.04.2019 13:39

Vigilia di gara in casa Perugia. Il presidente Santopadre nei giorni scorsi ha caricato l’ambiente “All’Adriatico con la bava alla bocca”. E il tecnico Alessandro Nesta è sulla stessa lunghezza d'onda: "Il presidente ha detto cose giuste, crede in un finale importante come ci credo io. La squadra dopo due sconfitte ha bisogno di sentire l'energia e la fiducia della società, quindi ha fatto bene. Da adesso parte la gara, ballano pochi punti e poche partite in questo mini-campionato per i propri obiettivi. Ho tutti a disposizione, eccetto Pavlovic e Kinsley, che viene con noi ma ha l'influenza. Vido ha fatto grandi profgressi, vedrò chi mettere. Ho 4 ex? Non inciderà nelle mie scelte. Il Pescara è migliorato, come ogni squadra, come organizzazione, sono quelli dell'andata e ha fatto tanti punti. Giocare a Pescara è dura per tutti, è un campo difficile dove ci ha lasciato le penne anche il Palermo. Ci vorrà un Perugia super per tornare a casa con punti. Gyomberg? Ha fatto errori, ma ha giocato tante partite e non lo metto in discussione perchè è un giocatore di grande spessore. Non metto la croce addosso a lui, ha fatto grandi partite e ci ha dato una grossa mano. Il Pescara è un avversario forte, con giocatori forti soprattutto adalla cintola in su. Ma farò le mie sclete in base a quello che vorremo fare noi e non in base all'aversario. Rispetto alla gara d'andata il Pescara sarà più organizzato, cosa che si acquisisce col tempo. E vale anche per noi. Spero di vedere la mia squadra arrabbiata, non dobbiamo accettare le sconfitte che ci devono dare invece un pizzico di attenzione e determinazione in più. Non mi vergogno se gioco male e vinco...Capita agli altri, può capitare anche a noi anche se credo che la ricerca della vittoria passi dal gioco"

Commenti

Rocco Pagano, colui che fece tremare perfino Paolo Maldini
Gravillon out, Brugman c'è: i convocati di Pillon