Prima squadra

Sebastiani: "Mi auguro che ci sia uno stadio pieno. E.."

"Non credo ci sarà alcuna defezione tra i soci per la ricapitalizzazione"

12.03.2019 17:24

Tra la sconfitta di Cittadella e l'importante anticipo di venerdì contro il Cosenza. Il presidente Daniele Sebastiani è tornato a parlare e lo ha fatto ai microfoni di Rete8 al Tg. Ecco le sue principali dichiarazioni:

Il riposo revocato dopo il ko: "E' stata giusta la decisione del mister, ha deciso lui e la società non c'entra nulla. Era vicino casa sua, ha preferito di tornare a Pescara e di lavorare subito il giorno dopo. Credo che anche i ragazzi abbiano apprezzato il gesto del mister, aveva voglia di rimettersi subito a lavorare ed è apprezzabile"

La ricapitalizzazione il cui termoine scade il 20 marzo: "Mi auguro che tutti partecipino alla ricapitalizzazione, se dovesse mancare qualcosa i soci che ci sono hanno optato per ricapitalizzare il resto. Non credo ci sarà alcuna defezione e mi auguro che questa società possa arrivare sino a giugno senza problemi. Credo che è una cosa scontata pagare gli stipendi e non prendere penalizzazioni per questi motivi, poi bisogna lavorare sui progetti per rendere la società sempre più sostenibile". 

L'affluenza del pubblico e le prospettive della squadra: :"Mi auguro che ci sia uno stadio pieno, la partita è importante ed i ragazzi ne hanno bisogno. Vincendo, torneremmo nelle prime posizioni e, come si sta vedendo ogni giornata, questo campionato è molto equilibrato sorpattutto nelle zone alte e ci potremo giocare tutto fino alla fine. Del Sole al posto di Mancuso? E' un giovane molto pomettente, come lo sono gli altri, e deve dimostrare che la fiducia è ben riposta se dovesse essere scelto dal tecnico. A Cittadella nella prima mezz'ora abbiamo fatto una discreta partita, non abbiamo demeritato, poi dopo il secondo gol, assolutamente irregolare, ci siamo sfaldati"

Commenti

Il retroscena inedito su Padova-Pescara 0-6: "Litigammo prima del match, poi..."
Problemi per Capone e Memushaj