Prima squadra

Empoli e Pescara, vietato sbagliare per entrambe. Ma per motivi diversi

Toscani in crisi, biancazzurri in cerca di maturità

09.11.2019 00:46

Una partita che entrambe non possono fallire. Per motivi molto diversi tra loro Empoli e Pescara si ritrovano di fronte domani al Castellani, dopo l'antipasto in Coppa Italia ad agosto quando a vincere furono i toscani (2-1 dopo overtime).

Da allora, però, sono cambiate molte cose. L'annunciata corazzata della B, quella toscana, sta faticando più del dovuto a carburare mentre il Pescara, nell'altalena dei risultati che ha connotato il suo primo quarto di stagione, è ad un vero e prorpio esame di maturità

L'Empoli di Cristian Bucchi, che concluse la carriera da giocatore con il Pescara per intraprendere quella da allenatore proprio in riva all'Adriatico, è reduce da soli 3 punti raccolti nelle ultime 5 partite ed è chiamato al riscatto. La panchina dell'ex biancazzurro traballa e forse quella del Castellani è l'ultima spiaggia per lui. Steccare il match potrebbe portare all'avvicendamento che soloa settembre era impensabile

Mister Zauri però non si fida. La voglia di riscatto e le qualità tecniche dei toscani non sono da sottovalutare e il suo Pescara, che passa da vittorie roboanti a pause sconcertanti, è ancora alla ricerca della quadratura perfetta e di una vera ed inscalfibile fisionomia. Il copione tattico presumibile della sfida, però, con l'Empoli a fare la gara ed i biancazzurri pronti a ripartire, potrebbe però favorire gli ospiti, un po' come accadde col Benevento. Zauri sembra intenzionato a dare continuità al 4-3-2-1 con Borrelli centravanti boa, ma ha qualche dubbio che scioglierà solo in extremis. Spazio a Zappa o Ciofani sull'out destro di difesa? Ci sarà spazio per Drudi come taluni reputano possibile? Soprattutto, però, potrebbe dare forfait Busellato per un problema muscolare: Ingelsson o Kastanos i sostituti, a meno di un inserimento di Bruno o di un ritorno dal 1' al 3-5-2 (ipotesi difficile).

Il pericolo numero 1 per il Pescara è comunque l'ex Leonardo Mancuso, che ritrova il Delfino dopo avergli regalato 28 gol in due stagioni. Non è il solo ex tra i toscani. Nell'unica vittoria al Castellani per il Pescara, con Zeman in panchina, infatti n campo c'era tra i biancazzurri Romagnoli, che oggi gioca nell'Empoli. Allora decisero le reti di Insigne e -maniero, unico suoerstite con Balzano (come noto out per infortunio) di quel fantastico Delfino. Arbitrerà la contesa il signor Aureliano di Bologna

 

Commenti

Federico Buffa a Francavilla
Verso Empoli-Pescara: interessanti statistiche