B Zona

Verratti: "Anche ora gioco come facevo con i miei amici d'infanzia in piazza"

"Da piccolo sognavo di giocare con i migliori al mondo. Sono fortunato".

22.11.2018 18:51

Dai vicoli di Manoppello al Psg, passando per il biancazzurro del Pescara: Marco Verratti non è mai passato per la Serie A che però non cambierebbe una virgola del suo percorso. "Rifarei tutto mille volte", ha detto in una intervista riportata da Gazzetta.

Ed il suo stile di gioco è sempre quello di quando incantava bel settore giovanile biancazzurro: "E' sempre lo stesso fin dall'infanzia quando giocavo con i miei amici in piazza. Non l'ho mai cambiato anche quando all'inizio al Psg gli allenatori si arrabbiavano perché rischiavo molto. Ma per me il calcio resta un gioco diventato un lavoro bellissimo. Il mio modo di giocare non lo cambio, sono fatto così. Da piccolo sognavo di giocare con i migliori al mondo. Sono fortunato". Spesso al centro delle polemiche, si sta forgiando come uomo e come campione: "Non fu una decisione semplice venire al Psg, perché tutto poteva anche andare male, ma in queto mestiere bisogna saper rischiare. Ho avuto allenatori come Ancelotti e Blanc, oltre che compagni di squadra incredibili, come Ibrahimovic, Maxwell, Silva arrivati con me, che mi hanno aiutato tanto. Venire a Parigi a 19 anni è un'esperienza straordinaria perché devi imparare una nuova lingua, nuove cultura e abitudini. Ma qui sono cresciuto anche come uomo: rifarei tutto mille volte.  Ma anche una sconfitta insegna, bisogna alzare di nuovo la testa e imparare dagli errori, guardare avanti". 

 

Commenti

Un nuovo progetto interessantissimo made in Abruzzo
Due nuovi Frecciarossa da e per Pescara