Prima squadra

Sebastiani: "Ci toglieremo tante soddisfazioni. Su Benali.."

"Fosse stato per lui e per me ora sarebbe forse ancora un giocatore del Pescara"

15.02.2019 00:20

Non aveva parlato nell'immediato post Foggia il presidente Daniele Sebastiani. Lo ha fatto qualche giorno dopo a Il Corriere dello Sport. Ecco le sue principali dichiarazioni come riportate dal quotidiano ieri in edicola:

«La squadra secondo me non aveva fatto male neanche nella gara con il Brescia in cui, al di là di alcuni episodi negativi, aveva reagito, mostrando di essere viva. Dopo Livorno ero invece contrariato perché in quel caso, nonostante il pareggio la prova era stata deludente. A Foggia poi - ha spiegato il numero uno del sodalizio abruzzese - la squadra ha fornito delle risposte importanti che mi hanno soddisfatto, e questo andando oltre i moduli, i numeri e il cosiddetto piano B perché a contare è soprattutto l'atteggiamento della squadra che è stato credo quello giusto. La vittoria che non arriva? Arriverà. I ragazzi stanno facendo bene, e continuando di questo passo sono convinto che ci toglieremo delle belle soddisfazioni».

E poi: Nel girone di ritorno tutte le gare diventando più difficili. Le partite iniziano a diminuire e i punti a valere il doppio. Sappiamo che ci attende una gara difficile che andiamo a giocarci, sperando di rivedere il Pescara di Foggia». 

Sul prossimo impegno e gli ex: «Stroppa è un tecnico bravo e preparato e che farà bene in futuro. È anche un po' sottovalutato, ma le qualità dell'allenatore e dell'uomo non si discutono. Su Benali sapete tutti qual è il mio pensiero. Se fosse stato per me, Benali non sarebbe mai andato via da Pescara. È stato costretto a lasciare Pescara perché o non giocava o giocava in un ruolo non adatto alle sue caratteristiche. Fosse stato per lui ora sarebbe forse ancora un giocatore del Pescara»

 

Commenti

Il Pescara di Galeone, storie di provincia
Droga, nei guai 2 giovani francavillesi