Prima squadra

Zauri: "A Cosenza per provare a vincere. E..."

Le parole del tecnico alla vigilia del match in Calabria

14.09.2019 09:49

Rifinitura e poi partenza in charter per Cosenza: il Pescara è pronto alla sfida del San Vito. Lo fa capire in conferenza stampa mister Luciano Zauri.

Ecco le sue parole: "Ho parecchia scelta, sono contento di poter scegliere i migliori e non i meno peggio per questa partita. Abbiamo lavorato bene in questi 10 giorni, ho qualche dubbi come terzino destro e mezz'ala ma posso scegliere tra tanti giocatori bravi. Il livello dei nostri allenamenti ora è molto alto e dunque sono soddisfatto, molto. Tumminello? Lavorando come sta facendo può fare bene, se ha questa crescita è chiaro che in partita poi si vede. Il gol per una punta è il pane, lo sappiamo. Dal mercato non è arrivata la punta esterna che chiedevo? La mia richiesta era quella di completare la squadra con giocatori importanti, non volevamo prendere qualcuno tanto per prenderlo. Quelli che si sono stati proposti non erano meglio dei miei, dunque mi tengo volentieri i miei. Abbiamo invece innalzato molto la qualità in mezzo al campo, completando il reparto. E questa cosa mi consentirà di cambiare anche le cose, nonostante abbiamo lavorato per unmese e mezzo col 4-3-3. Ma con questi giocatori posso pensare di cambiare, se dovesse servire. Dobbiamo comunque essere compatti nella doppia fase, in ogni caso. 

Il Cosenza è una squadra organizzata con un tecnico esperto e bravo, mi aspetto uno stadio caldo, anche se non ho mai visto fare un gol a un tifoso", ride, "e un undici che vuole fare punti. Gioca in velocità, sarà difficile affrontarla. Può giocare a 3 o a 4 dietro, dipenderà molto da che tipo di gara vorrà fare. In genere è una squadra che ti aspetta per poi ripartire, chiaro che concedendo campo all'avversario ti metti a rischio. La difficoltà è la loro velocità quando recuperano palla. Noi vorremmo fare la partita quando sarà possibile, ma dobbiamo essere pronti ad ogni tipo di calcio. Dovremo essere bravi a leggere le situazioni e i momenti per proprorre la nostra idea di calcio. Abbiamo la qualità per condurre la gara, ma in base al momento e all'atteggiamento dell'avversario dovremo cambiare i piani più volte all'interno della stessa partita. Possiamo stare altissimi o stare bassissimi per non concedere profondità, sta a noi essere molto ordinati e non rischiare quando abbiamo il possesso, dobbiamo essere bravi ad interpretare cosa andrà fatto. Mi auguro di poter vincere a Cosenza, un campo non facile storicamente e contro una squadra ferita e che si vuole riprendere, e fare di tutto per farlo. Dobbiamo essere freddi, lucidi e spietati"

Commenti

Palmiero: "A Pescara per il grande salto"
Serie B: Entella a punteggio pieno. E sabato sfiderà Pescara