Prima squadra

Calciomercato Pescara: il punto

Si apre una settimana importante in casa Delfino

24.06.2018 07:39

Il calciomercato sta per entrare realmente nel vivo e anche il Pescara sta per muoversi su più tavoli. Ed inizia una settimana importante in casa Pescara

RINNOVI E PARTENZE - Dopo il bel gruzzolo (1 milione e mezzo) incassato dal Crotone per Benali e e la cessione al Lecce di Pettinari (può raggiungerlo Mazzotta, svincolato), nuovi introiti utili per dare ossigeno alle casse biancazzurre e impostare la campagna acquisti dovrebbero arrivare entro il 30 con la cessione di Brugman, valutato 3 milioni. Il Leganes ha confermato l’interesse ed è dato in pole su altri club ( in Italia ci sono Parma e Sampdoria, in Francia in lizza Rennes e Saint Etienne, in Germania c'è l'E. Francoforte e Spagna Villareal, Siviglia e Girona). Prima della partenza per il ritiro di Palena, il club si incontrerà con gli agenti di Crescenzi e Perrotta per allungare i rispettivi vincoli. Su Fornasier, legato al sodalizio adriatico fino al 2020, è lotta a due tra Livorno e Padova: la cessione appare scontata ma non avverrà in tempi rapidi.

PORTIERI - Il no di Fiorillo al Qarabag (sarebbe stato sostituito da Boris Radunović, serbo classe 1996 dell’Atalanta ma nell’ultima stagione a Salerno) impone la ricerca solo di un altro portiere, un vice. La mancata promozione del Palermo in serie A può complicare i piani di Leone e Repetto per il ruolo. Il Pescara ha messo infatti nel mirino Fabrizio Alastra, estremo difensore classe 1997 di proprietà rosanero e reduce dal prestito al Prato ma adesso i siciliani sembrano orientati a mantenere in rosa il baby portiere. Per il Pescara sfumata la suggestiva opzione alternativa: l’ex Simone Aresti. Trentadue anni e esperienza da vendere, è rimasto legatissimo alla cittàma andrà a fare il terzo a Cagliari. Idea Fulignati da sviluppare

PUNTE Bruno Petkovic del Bologna, ma nell’ultima stagione all’Hellas Verona, è sempre il favorito per l'attacco in una lista ristretta che conta altri candidati papabili come La Mantia, Melchiorri (altro ex nel mirino è il mediano Memushaj), Montalto, Carretta e Litteri. Per Gennaro Tutino, di proprietà Napoli, l’interessamento biancazzurro è acclarato ma per lui, assistito dall’agente Pisacane, c’è in pole il Cosenza per il rinnovo del prestito sulle altre opzioni rappresentate dal Carpi e dal CrotoneTremolada, rientrato all’Entella dalla Ternana, è elemento che piace tantissimo ma la concorrenza è nutrita, qualificata e dalla disponibilità economica da non sottovalutare

GENOA E CHIEVO - Per il ruolo di trequartista stretta su Leonardo Morosini del Genoa (ma il Brescia sembra aver scavalcato il Pescara), anche in virtù delle difficoltà ad arrivare allo juventino Clemenza: sull’ex Ascoli, infatti, c’è il Sassuolo che vorrebbe prelevarlo a titolo definitivo ma in caso di trattativa sfumata e di nuovo prestito per il classe 1997 c’è il Padova in pole. Il d.g. veneto Giorgio Zamuner si è sbilanciato in tal senso dichiarandolo pubblicamente. Dal Genoa può arrivare anche Federico Valietti: è lui il terzino baby prescelto per corroborare le corsie esterne e non Tripaldelli del Sassuolo. I rossoblù dopo aver prelevato il giocatore dall’Inter insieme a Radu lo gireranno in prestito ed il Pescara, che aveva già seguito il ragazzo nella scorsa sessione estiva, è la destinazione. Da definire altre operazioni, non collegate tra loro: Zampano e Carillo (quest'ultimo già sancito) a Genova, Fiamozzi e Asencio o Improta a Pescara. E poi c'è Franco Ferrari, attaccante italo-argentino di proprietà del Genoa che può arivare a complemento del reparto offensivo dopo il prestito alla Pistoiese. Con il Chievo c’è da discutere di Kevin Yamga: a gennaio scorso, quando sbarcò in riva all’Adriatico, l’attaccante francese venne girato in prestito per 18 mesi ma lo scarso impiego ottenuto nella gestione Pillon sta consigliando al giocatore e al suo entourage di valutare soluzione alternative, tanto più che Livorno, Perugia e Cesena hanno già effettuato sondaggi. Con gli scaligeri sono in piedi altri discorsi: Fabbro, della stessa scuderia di Yamga, non è ritenuto una priorità mentre Jallow e Valjent, rispettivamente punta reduce da buona annata a Cesena e difensore ex Ternana, sono in cima alla lista di gradimento dei biancazzurri, disponibili a prelevarli in prestito con premio di valorizzazione. Ma sul gambiano è forte il Frosinone che vorrebbe chiudere l’operazione a titolo definitivo.

ALTRI NOMI - I guai del Cesena aprono scenari low cost molto interessanti su più profili, a partire dal già contattato Scognamiglio. Un elemento che intriga è il centrocampista Schiavone, 25enne che abbina qualità e quantità. Ma non si escludono altri colpi provenienti dalla Romagna bianconera. Al Pescara piacciono anche Strizzolo, come anticipatovi settimane fa, Emmanuello e Kresic: operazioni difficili. Più caldi, sempre per la difesa, i nomi di Michele Pellizzer (Entella) e Fabrizio Poli (Carpi)

GIOVANI - I rientranti Ventola e Vitturini partiranno per il ritiro con Pillon insieme ad alcuni dei prodotti migliori del settore giovanile come Morselli e Afri (forse Cernaz). Avellino, Catania, Cittadella, Livorno e Padova sono su Milillo, rientrato dal prestito a Teramo. L'ex Pompetti potrebbe realmente tornare: se l'Inter decide di darlo in prestito, indosserà di nuovo la casacca biancazzurra e non altre maglie. Per Luca Ricci del Gubbio, classe '99, concorrenza da Chievo e Ascoli. Dal Cagliari è in arrivo in prestito il promettentissimo Fabrizio Caligara. L'ex Del Sole può finire in prestito al Benevento: l'asse con la Juve può portare a breve alla definizione dell'affare.

FALCO - "E' ancora tutto da decidere il futuro di Filippo Falco, reduce dal campionato dove ha vestito le maglie di Perugia e Pescara. Il forte fantasista cresciuto calcisticamente nel Lecce è un obiettivo proprio del club salentino che, però, non avrebbe ancora formulato un'offerta. Falco rientrerà dal prestito al Bologna, club con il quale c'è ancora un anno di contratto e, probabilmente, il prossimo sarà un trasferimento a titolo definitivo. Il Pescara vorrebbe confermarlo, su di lui c'è il forte pressing anche dello Spezia, mentre un pensierino al suo ritorno lo ha fatto anche il Benevento, seppur con  altre priorità in questo momento sul mercato", riporta TuttoB.  C'è anche il Benevento ma secondo quanto raccolto da TMW, "Il Pescara lo vorrebbe confermare dopo i sei mesi di buon livello giocati nell'ultimo campionato di Serie B".

Commenti

Tutino piace molto, ma è operazione complicata
Tragedia a Pescara: muore un giovane