Prima squadra

Pescara-Spezia 3-2, le pagelle dei biancazzurri

Mancuso superstar

23.04.2018 09:40

A CURA DI SIMONE D'ANNIBALE - Il Pescara torna a sorridere; lo fa dopo 11 partite e davanti al proprio pubblico. Battuto lo Spezia 3-2 ma con un grande brivido e con il terrore di subire un’altra clamorosa rimonta dopo quelle subite contro Frosinone, Salernitana ed Entella. Prima vittoria della gestione Pillon e importante balzo in classifica dei biancazzurri che si lasciano alle spalle ben 7 squadre.

Fiorillo 6,5: Poco impegnato durante il primo tempo. Nel secondo tempo subisce due goal su cui può fare ben poco ma è assolutamente decisiva la parata effettuata su Lopez, che ha evitato il momentaneo 3-3.

Balzano 6: Gara di sacrificio per l’esperto terzino: partita buona in fase difensiva ma qualche cross di troppo sbagliato.

Coda 6: Torna a guidare la difesa dopo l’infortunio rimediato durante la sfida col Bari e disputa un buon primo tempo ma sul secondo goal dello Spezia ci sono responsabilità difensive. Dall’86’ Fornasier sv.

Perrotta 6: Anche per lui una buona gara nella prima frazione ma c’è l’errore in concomitanza con il suo collega di reparto nel goal del 3-2.

Fiamozzi 5: Spinge poco sull’out mancino; gara più difensiva che di supporto. Suo l’errore più grave e decisivo (che mette anche Fiorillo fuori causa) nel secondo goal Spezzino.

Brugman 7,5: Finalmente una prestazione degna del suo nome e delle sue capacità tecniche. Mette ordine in mezzo al campo con i suoi passaggi e le sue giocate. Sul finale di gara ha l’occasione per chiudere i conti ma trova un grande intervento di Manfredini.

Valzania 6: Solita gara di sacrificio anche per il centrocampista ex Cesena e Cittadella. Corre su ogni pallone e non rinuncia ad alcune sortite offensive.

Machin 6,5: Di sortite offensive lui ne ha tentate anche più di Valzania. Buone giocate e tanti applausi strappati al pubblico presente allo stadio.

Falco 7: Con lui in campo è presente anche l’imprevedibilità. Tante buone giocate e altrettanti buoni spunti. Dal 45’ Capone 5: Impalpabile; prestazione senza infamia e senza lode per lui, pochi spunti e, i pochi che ha, rischiano di essere cari al Pescara.

Mancuso 8: Prestazione che lascia tutti senza parole (in senso buono). Tripletta e gara perfetta. Se il Pescara ha vinto, per gran parte è merito suo. Dall’86’ Baez sv.

Pettinari 6,5: Si impegna come sempre ed il suo pressing è fondamentale per la sua squadra. Conquista il fallo da rigore e torna ad essere incisivo come lo era in avvio di stagione.

Pillon 6,5: Prima vittoria per il suo Pescara. Vittoria che ha lasciato tutti con il fiato sospeso ma alla fine comunque meritata. Vittoria che comunque mancava da 11 partite. La classifica è molto corta anche perché le squadre in coda hanno vinto quasi tutte quindi è necessaria grande attenzione, soprattutto nelle prossime 4 gare che vedrà il Pescara affrontare Ternana, Cesena , Novara ed Ascoli. Una cosa è certa ed è un dato di fatto: il Pescara adesso ha un’anima e lotta su ogni pallone così come chiede il tecnico di Preganziol.

 

Commenti

Futuro Pillon entro 10 giorni
L'Amatori blinda il quarto posto. E ora i playoff da protagonista