Prima squadra

Zauri: "L'abbraccio finale è la cosa più bella"

"Non abbiamo rubato nulla"

15.09.2019 17:22

 A CURA DI RICCARDO CAMPLONE - Luciano Zauri può ritenersi soddisfatto della partita vinta contro il Cosenza. I biancazzurri sono riusciti a sfatare il tabù “Marulla” dopo 21 anni, l'ultimo successo abruzzese fu nel lontano 1998. Zauri ai microfoni di Rete8 ha parlato anche degli infortuni di Tumminello e Campagnaro: il primo è uscito per un problema al ginocchio, mentre il secodno ha avuto un problema muscolare. Entrambi verranno valutati in settimana.

Ecco le dichiarazioni dell'allenatore biancazzurro: “L'atteggiamento era quello di rimanere compatti per non concedere profondità agli attaccanti del Cosenza, ci siamo riusciti. In alcune situazioni ci siamo abbassati, non siamo riusciti a dare pressioni quando volevamo. Il Cosenza ha fatto un ottima gara, ma noi non abbiamo rubato nulla. Prendiamo di buono la compattezza, l'ordine ed il sacrificio sia per chi ha giocato tutta la gara che per chi è entrato. Tumminello e Campagnaro? Per Marco dobbiamo aspettare gli esami, probabilmente avrà un problema al ginocchio, per quanto riguarda Hugo ha avuto un problema muscolare, valuteremo nei prossimi giorni. La cosa più bella della partita? L'abbraccio finale della squadra, abbiamo bisogno di crescere sia in campo che fuori. Complimenti ai tifosi per essere venuti fin qui. Il rigore? Non ho rivisto nulla, l'arbitro avrà visto bene per dare questa decisione. Contro l'Entella c'è la giocheremo a viso aperto. I debutti di Maniero e Drudi sono stati positivi, Pippo ci teneva a fare bene perché era un ex della gara, mentre Drudi ha dato qualità al reparto. Galano ha fatto un ottima partita, sia sotto l'aspetto tattico che fisico. Kastanos sono due partite che subentra dalla panchina e ha fatto una gara positiva.”

Commenti

Galano: "Una bella vittoria"
Cosenza-Pescara 1-2, le pagelle dei biancazzurri