Prima squadra

In arrivo due esterni d'attacco per Zauri

Sottil il preferito, ma ci sono altri nomi. A partire dagli ex Stoian e Pasquato

03.08.2019 07:43

Due esterni nuovi per Luciano Zauri. La strada in entrata sembra tracciata, al netto della vicenda Marras. Il fedelissimo di Pillon piace al nuovo tecnico, ma potrebbe cambiare aria. Ha un solo anno di contratto, ma il Cosenza, club in pole, non ha trovato ancora la quadra con l'agente del giocatore sull'ingaggio (la porposta è di durata biennale). Con Baez e Carretta sugli esterni, il ds Trinchera non ha fretta di chiudere. «Si allena sempre al massimo ed è un esempio, è chiaro però che se dovesse chiedere di andare via faremo altri ragionamenti», le parole di Zauri sull'argomento. Con l'addio di Marras la necessità di innestare un altro esterno mancino diventerebbe impellente per il Pescara, che comunque non è fermo e valuta più profili.

La priorità è sempre Ricky Sottil. Il figlio d'arte nella tournèe americana ha destato ottima impressione a Montella, non solo per il gol realizzato nella vittoria contro il Chivas Guadalajara, ma in viola difficilmente avrebbe la possibilità di giocare con continuità. Ecco perchè la soluzione pescarese, gradita dal giocatore che in tempi non sospetti ha messo Pescara in cima alla sua lista di gradimento, resta calda anche se non c'è ancora il via libera di Pradè e Commisso. E le ultime da Firenze non sono positive per il Delfino. 

Si tengono in caldo più alternative, a partire dall'ex Cristian Pasquato, che si sta allenando da solo a Vigodarzere, nel padovano, curiosamente in una palestra che si chiama “Il Delfino”. Svincolato, tornerebbe di corsa alla corte di Sebastiani. C'è poi il ritorno di fiamma per un altro ex, Adrian Stoian che tre settimane fa è stato vicinissimo alla firma. L'accordo è saltato in extremis, ma il filo con il suo agente, Pietro Chiodi, non si è mai interrotto e può riservare novità a strettissimo giro. A Verona l'arrivo di Tutino sbarra le porte a Di Gaudio e Ragusa: il primo piace da sempre ma ha un ingaggio fuori dai parametri biancazzurri, mentre il secondo, reduce da un brutto infortunio, ha necessità di giocare per tornare al top e non disdegnerebbe affatto un ritorno in riva all'Adriatico. In lista figurano anche lo spezzino Soufiane Bidauoi, che però il suo club appare non propenso a trattare, e il torinista Millico.

HA COLLABORATO MATTEO SBORGIA 

Commenti

Fiorillo: “Pescara merita rispetto”
Legrottaglie onora lo storico gemellaggio tra i tifosi di Pescara e Vicenza