Prima squadra

Mancuso esalta Zeman: Foggia - Pescara 0-1

La prima ufficiale del 2018 (e del girone di ritorno) è andata così..

20.01.2018 14:11

Il Foggia colpisce due legni e spinge per tutto il match, ma nel calcio conta chi fa gol e lo protegge bene. Ed il gol decisivo è di marca pescarese, lo ha griffato Mancuso sul finale di primo tempo e ha tre punti come valore: la prima giornata del 2018 agonistico e del girone di ritorno di Serie B si conclude con il colpo esterno del Pescara a Foggia. E' dunque dolcissimo il riotrno di Zeman allo Zaccheria. 

La gara. Zeman conferma integralmente l'undici visto all'opera dall'inizio contro il Lugano mercoledì, con le sole variazioni rappresentate da Capone e Crescenzi in luogo di Baez e del febbricitante Zampano. Sull'altra panchina, l'ex Stroppa lancia subito Greco e Kragl titolari, con l'altro ex Nicastro a guidare l'attacco in tandem con Mazzeo. Momenti di tensione prima del match - come riferito da Sky - con le tifoserie, divise da una accesa rivalità, a contatto nei pressi della stazione ferroviaria. 

Partita non spettacolare ma comunque intensa sin dall'avvio, ma per la prima vera occasione da rete bisogna attendere il 9', con Nicastro che dagli sviluppi di un corner centra la traversa con un colpo di testa. Appena un giro di lancette dopo, lo stesso ex attaccante del Pescara colpisce il palo destro della porta di Fiorillo da posizione più che privilegiata. Doppia chance vanificata per lui e Pescara che può tirare un sospiro di sollievo. Fiorillo risponde a Kragl al minuto 11, un tiro da fuori potente ma centrale che l'estremo ospite repinge senza eccessivi patemi. La risposta pescarese è affidata a Pettinari, all'andata splendido protagonista con un tripletta, che calcia alto da zona centrale. Al 18', è prodigioso il guizzo di Guarna a deviare uno shot di Brugman, splendidamente imbeccato da Mazzotta. La gara vive di fiammate, ma errori di precisione da ambo le parti non regalano gol. Fiorillo nega la rete a Mazzeo al 27', tre minuti dopo lo stesso attaccante rossonero non colpisce a tu per tu con l'estremo ospite scatenando i mugugni dei tifosi di casa. Al 44' Pescara in vantaggio: Mancuso conclude una splendida ripartenza biancazzurra, di perfetto stampo zemaniano, orchestrata da brugman e rifinita da Mazzotta. Esplode di gioia il settore ospiti, che però poteva rimanere immediatamente gelato da un rasoterra di Agazzi che per poco non ha trovato il pari. Il primo tempo, però, si conclude con gli ospiti avanti. 

Si riparte con una sola variazione, è nel Pescara: Baez rileva Capone e si appropria della corsia destra, facendo spostare l'autore del gol, Leo Mancuso, a sinistra. Pronti via e Nicastro al 2' ha sul sinistro la palla del pari, che sciupa devindo fuori. Al 9', dal limite dell'area piccola, Agnelli di testa non inquadra lo specchio della porta avversaria. La pressione del Foggia è costante, ma sconclusionata: la squadra di Stroppa non riesce a trovare il bandolo della matassa, con il Pescara che ringrazia e gestisce con raziocinio il vantaggio conquistato allo scadere della prima frazione di gioco. Al 22', Deli, da poco entrato, con un rasoterra velenosissimo per poco non trova il pari.  Il Pescara riparte con difficoltà, le gambe sono pesanti per i duri carichi di lavoro sostenuti durante la sosta. Il Foggia, però, non approfitta del baricentro basso degli avversari e pur continuando a comandare le operazioni, non reca particolari insidie dalle parti di Fiorillo.  Al 34' Valzania, acciaccato, lascia il suo posto a Coulibaly. Al 38', Pettinari si invola verso l'area foggiana, si disimpegna bene in dribbling ma arriva stanco e calcia debolmente; sul ribaltamento di fronte, Perrotta con un ottimo intervento difensivo salva la propria porta.Al 44', Fiorillo blocca agevolmente a terra un tiro di Beretta che poteva avere miglior sorte. Al 46', Baez ha invece la palla buona per chiudere il match, ma la spreca calciando a botta sicura su Kragl. Non accade altro, al triplice fischio è gioia Pesara: il 2018 inizia alla grande!

Il tabellino

FOGGIA - PESCARA 0-1

MARCATORI: 44'pt Mancuso (P)

Foggia (3-5-2): Guarna; Loiacono, Tonucci, Camporese; Zambelli (26'st Scaglia), Agazzi, Agnelli, Greco (13'st Deli), Kragl; Nicastro (21'st Beretta), Mazzeo.   All. Giovanni Stroppa

Pescara (4-3-3): Fiorillo; Crescenzi, Coda, Perrotta, Mazzotta; Valzania (33'st Coulibaly), Proietti, Brugman; Mancuso, Pettinari, Capone (1'st Baez).   All. Zdenek Zeman

Ammoniti: Proietti, Crescenzi (P), Deli (F)

Arbitro: Sacchi di Macerata

Commenti

Buon compleanno, Galeone! Il nostro "regalo" al "Profeta"
Sky: incidenti prima di Foggia - Pescara