Prima squadra

Playoff da blindare: la Partitissima è Pescara-Verona

La tifoseria biancazzurra è pronta per una giornata importante

27.04.2019 00:47

Riecco Pescara-Verona all'Adriatico, dopo tanto tempo. Gli ultimi due precedenti, molto importanti, hanno sorriso al Delfino: parliamo della finale playoff di ritorno in C, quella decisa da Ganci in epoca Di Francesco, e del 3-1 della Zemanlandia biancazzurra all'epoca della trionfale cavalcata dei record verso la Serie A. Altri tempi, ma anche il match di oggi è davvero importante. Pescara e Verona sono in piena lotta playoff e vogliono blindare il proprio posto per gli spareggi, guadagnandosi il miglior posto possibile nella griglia.

Ma entrambe le formazioni sono reduci da periodi non propriamente felici. L'altalenante Delfino cerca l'acuto da tre punti per staccare definitivamente l'Hellas, ora distante due lunghezze, e per vivere con maggiore serenità l'imminente turno di riposo prima delle ultime due gare di regular season; il Verona, dal canto suo, vorrebbe centrare il sorpasso con una vittoria realmente scaccia crisi. Appena tre punti nelle ultime cinque gare, con lo 0-3 patito per mano del Benevento come prologo della Partitissima: il pescarese Fabio Grosso non se la passa bene e proprio nella sua città si gioca tutto. Aglietti e Zeman sono alla finestra. Ma occhio a De Biasi, il nome a sorpresa che potrebbe mettere tutti d'accordo nella città di Giulietta. Silenzio stampa e lungo ritiro: gli scaligeri stanno facendo quadrato, ben consapevoli che la gara dell'Adriatico vale ben più dei tre canonici punti in palio. Serve ad autostima e fiducia, perchè il film della stagione è ancora lungo e può regalare ancora grandi sorprese ed immense gioie. 

Mister Bepi Pillon sa che la gara col Verona è importantissima anche per fattori ambientali. Prova ne sia il corteo d'amore organizzato dalla tifoseria prima del match, con una marcia dalla stazione allo stado per sostenere ed incitare la squadra. Il tecnico di Preganziol ha preparato a puntino la gara, ora starà ai suoi uomini interpretarla nel modo giusto. Avrà bisogno del miglior Mancuso, ma anche dell'apporto dei subentranti. Ad esempio del recuperato Monachello, che vorrebbe festeggiare le sue 100 partite in B con un gol pesante. Ci riuscirà? 

Commenti

Pillon: "La carica del pubblico sarà una spinta in più"
La carica dei diecimila per i Biancazzurri