B Zona

Ululati razzisti a Cagliari, come contro Muntari

Il fattaccio è accaduto durante la sfida con la Juventus

02.04.2019 23:33

Tutti ricorderanno il "caso Muntari" a Cagliari, nell'ultima apparizione in Serie A del Pescara. La vicenda ha fatto il giro del mondo, sui media e anche in sedi istituzionali (vedi archivio), e si è ripetuta nella sfida contro la Juventus gettando un'ombra davvero brutta sulla città e sulla sua gente per gli sconsiderati "buuuu" razzisti di pochi scellerati. Non si faccia di tutta l'erba un solo fascio, non venga additata Cagliari come una città razzista per costoro: di certo, però, la recidiva di tali atteggiamenti con le proteste di Kean e Matuidi in campo non va taciuta ma stigmatizzata. E possibilmente risolta, a Cagliari come in ogni altro luogo.

Ne ha parlato a Sky nel post-gara l'ex biancazzurro Massimiliano Allegri: "Ci vuole intelligenza, Matuidi e Kean ne hanno avuta in questi momenti. Non è giustificabile quanto successo, ma non vorrei parlarne. Purtroppo succedono da sempre. Eh che facciamo? Interrompi la partita, riprendi... Non è stato tutto lo stadio, nella vita ci sono imbecilli che fanno cose fuori dal mondo. Servono telecamere per individuarli, è semplice. Si vedono e li mettiamo fuori, per sempre. Capisco che parlarne non serve, vanno presi e cacciati. Gli strumenti ci sono, se si vuole. Il problema è che non si vuole". Ha gettato acqua sul fuoco Leonardo Bonucci, sempre alla tv satellitare: "Kean sa che poteva fare qualcosa di diverso, si esulta con i compagni. Ci sono stati buu razzisti a Kean dopo il gol, Matuidi si è arrabbiato. E' colpa a metà tra Moise e la curva, noi dobbiamo essere d'esempio". In ogni caso, lo diciamo chiaro e forte: #NOALRAZZISMO

Commenti

Pescara-Juventus 5-1: quando Allegri affondò la Vecchia Signora
Getta più di mezzo chilo di droga dalla finestra: donna arrestata