Prima squadra

Spettatori all'Adriatico in calo, ma ora serve il calore del popolo biancazzurro

Nelle gare con Salernitana e Verona l'inversione di tendenza

17.05.2019 08:56

Una stagione per pochi intimi, o quasi. I numeri di spettatori presenti all'Adriatico-Cornacchia per la regular season 2018-19 non sono troppo onorevoli in riferimento al Pescara, che solo in poche gare hanno avuto una cornice di pubblico degna del buon campionato disputato dalla banda di Pillon (sempre dentro la zona playoff, con inizio scoppiettante e primo posto in più giornate). Nelle ultime due gare, quelle con Verona e Salernitana, una inversione di tendenza che lascia ben sperare per i playoff, quando l'apporto del popolo biancazzurro può fare davvero la differenza.

I NUMERI: Dati alla mano, sottolinea Il Centro, la media all’Adriatico è scesa a 7.027 e rispetto all’anno scorso sono oltre 500 gli spettatori in meno. "Nella stagione 2017-2018 il Pescara occupava il nono posto nel ranking, con 7.571 spettatori di media, quest’anno invece ha chiuso al dodicesimo posto con 7.027. Anche nelle tessere sottoscritte c’è stato un crollo, visto che si è passati dai 4.914 abbonamenti nel 2017-2018, ai 3.668 di quest’anno, ovvero ben 1.246 abbonamenti in meno. Quest’anno l’Adriatico si è vestito a festa, o quasi, solo in due occasioni, ovvero nelle ultime di campionato quando la società ha dimezzato i prezzi dei tagliandi. La gara con il Verona ha fatto registrare il record stagionale con quasi 10mila spettatori (9.939 per l’esattezza) e con la Salernitana 9.099. Confrontando queste due partite, però, è saltato all’occhio un dato negativo, ovvero le oltre 1.000 persone in meno nella gara con la Salernitana (c’erano 743 tifosi campani, contro i 285 veronesi)". Ottimi i numeri fatti registrare inoltre nel match con l'Ascoli, con biglietti a tariffa piena, quando si sono registrati circa 9mila spettatori, ma 2mila di questi provenivano dalle Marche. 

Commenti

Cannarsa racconta l'Allegri pescarese: "Un simbolo"
Ecco le date ufficiali del calciomercato che verrà