Prima squadra

"Mancuso fa li gol!": a Pescara è scoppiata la Mancusomania

CR7? no! Tutti pazzi per LM7 in riva all'Adriatico

04.01.2019 07:29

"Mancuso fa li gol! Mancuso fa li gol! Mancuso fa li gol, capito??!?" Questa frase - pronunciata da uno storico tifoso, Rosario - è ormai diventata patrimonio del linguaggio del tifoso pescarese. Leonardo Mancuso, o se preferite LM7, è il volto del Pescara che sorprende. Tutti matti in città per lui, per l'attaccante dal cuore d'oro e dai piedi micidiali.

12 gol e tre assist: dopo essere stato uno degli uomini-chiave della rincorsa salvezza nella scorsa stagione, in questo girno d'andata LM7 è diventato l'uomo copertina. Punta centrale o ala non tradisce: dopo la panchina iniziale al debutto, dove comunque è andato in gol da subentrante, si è preso una maglia da titolare per non mollarla lui. Uno degli imprescindibili di Pillon è lui,  che ha appena due gol in meno rispetto al capocannoniere della B Alfredo Donnarumma. L'attaccante di proprietà Juve guarda alla classifica cannonieri, ma nella sua forma mentis le fortune personali arrivano solo e sempre dopo quelle della squadra. Ed in carriera ha già vinto il titolo di capocannoniere: con la Sambenedettese in Lega Pro, proprio prima di trasferirsi a Pescara. Mancuso ha già ritoccato già il bottino di reti della passata stagione (9 in 34 gare) e sogna un girone di ritorno dalode, con la ciliegina sulla torta rappresentata dall'approdo del Delfino in A. 

Era da qualche anno che un attaccante così prolifico non si vedeva in biancazzurro, dall'epoca di Lapadula. E quando il Pescara ha avuto una punta con grande confidenza col gol - pensate a Rebonato, Immobile e allo stesso Lapagol - a fine stagione il Delfino ha sempre festeggiato...

Lo ha sottolineato nei gironi scorsi anche il Centro: "Nella stagione 2011-12 Immobile ha contribuito alla promozione in serie A del Pescara di Zdenek Zeman segnando 28 reti in 37 partite. Al termine del girone di andata aveva realizzato 13 gol in 19 gare (1.471 minuti giocati, un gol ogni 113’). Lapadula, invece, è stato protagonista del salto in A del Delfino di Massimo Oddo nel campionato 2015-16. Il bomber torinese ha messo a segno 30 reti in 46 match (play off compresi) e al giro di boa era a quota 11 centri in 20 gare (1.764’ giocati, in media un gol ogni 160’).  Con 12 marcature in 18 partite (1.534’ giocati, un gol ogni 128’) Mancuso ha fatto registrare una media gol superiore a quella di Lapadula e leggermente inferiore rispetto a Immobile", ha scritto il quotidiano. Ora è pronto per il salto in A. magari con la maglia biancazzurra. La Juve infatti lo lascerebbe qui....

Commenti

Numeri importanti per il Pescara di Pillon
Abruzzo e la neve....