Pallanuoto

Primo brindisi del 2019 per il Settebello biancazzurro

Il Pescara vince in rimonta. 8-7 nella vasca dell’Arechi Salerno

13.01.2019 09:27

Ancora una volta il Pescara esce alla distanza, supera di slancio l’avversario e, a differenza di altre circostanze, riesce a conservare il risultato grazie ad una splendida fase difensiva, specie con l’uomo in meno. Se era questa la risposta che i biancazzurri cercavano dalla non semplice trasferta sul campo dell’Arechi Salerno l’hanno trovata, anche se va detto che la squadra ha rischiato di compromettere la sfida con un approccio fin troppo soft. Il 3-0 dei primi istanti di gioco avrebbe potuto pesare come un macigno su Di Fulvio e compagni. Invece il Delfino è stato bravo a non perdere la pazienza, rimettere insieme le idee e risalire la corrente, arrivando prima al pareggio e poi alla rete del definitivo 8-7, gestita con qualche inevitabile sofferenza ma con efficacia. E così arriva la seconda vittoria stagionale, con cui i biancazzurri raggiungono gli 8 punti in classifica e possono guardare con fiducia al prossimo impegno casalingo, sabato 19 gennaio contro Palermo.

 Inizio tutto di marca locale, con Siani, Mattiello e Massa che siglano in sequenza il triplo vantaggio, accorciato dai gol di Di Nardo e De Ioris. Anche il secondo parziale sorride all’Arechi, che sembra più convinta e al rientro in acqua trova le reti di Calì, Siani e Massa a cui risponde la doppietta di Calcaterra. Le musica cambia nella seconda parte di gara, che sommando le ultime due frazioni farà registrare un parziale di 4-1 per i biancazzurri. Nel terzo quarto arriva la prima reazione con Di Fulvio e Agostini che trovano la parità, prima del tiro dai 5 metri di Gregorio che firma l’ultimo vantaggio locale. Poi nel quarto parziale prima Di Fulvio trova il pareggio, quindi De Ioris firma la rete del primo ma definitivo sorpasso, difesa nel finale da uno splendido Volarevic.

 “Questi sono tre punti importanti”, dice l’allenatore Paolo Malara. “Abbiamo iniziato male la partita, siamo andati sotto prima 3-0 e poi 6-3, ma siamo stati bravi a reagire. Negli ultimi due quarti abbiamo concesso un solo gol ai nostri avversari, su rigore. Sono contento perché questi ragazzi lavorano ogni giorno in maniera impeccabile e meritano soddisfazioni del genere”.

 ARECHI SALERNO: Noviello, Siani (2), Mattiello (1) Bencivenga, Calì (1), Esposito, Spinelli, Gregorio (1), Vukasovic, Mutariello, Iannicelli, Massa (2), Spinelli. All. Milic

 PESCARA PALLANUOTO: Volarevic, Di Nardo (1), De Vincentiis, Di Fulvio (2), De Ioris (2), Laurenzi, Giordano, Provenzano, Di Fonzo, D’Aloisio, Calcaterra (2), Agostini (1), Molina. All. Malara

Commenti

Quando Bepi Pillon allenava Max Allegri a Padova
Amichevole: Pescara - Fano 1-2