Prima squadra

Nella "M3" biancazzurra la grande sorpresa è Manuel Marras

Il furetto di Pillon sta andando oltre le più rosee aspettative

23.10.2018 12:56

Memushaj, Machin, Monachello, Mancuso e Marras: il "Fattore M" è determinante nelle fortune del Pescara primo in campionato ed imbattuto. Nel tridente "M3", ovvero Mancuso-Monachello-Marras, l'uomo sorprendente è proprio l'esterno sconociuto ai più quando sbarcò in riva all'Adriatico. E' stato fortemente voluto da mister Bepi Pillon, che lo aveva avuto ad Alessandria e che in tempi non sospetti giurava sulle qualità di questo esterno classe 1993. "Marras può fare un grande campionato e scommetto su di lui come sorpresa del torneo. Deve dimostrarmi che in serie B può fare bene" disse il 17 luglio alla prima conferenza stampa del nuovo anno in quel di Palena (nel periodo di lavoro antecendente, dal 9 luglio fino ad alllora, infatti, non ci furono interviste o incontri con la stampa).

Al primo anno in B, sta stupendo davvero tutti: salta l'uomo come pochi, ripiega a sostegno del centrocampo e del terzino di competenza ed è capace di prepotenti break palla al piede in gradodi ribaltare l'azione. Pillon lo ha schierato da titolare alla prima in quel di Cremona, non una prestazione memorabile oltretutto condota da una ingenua espulsione. Scontato il turno di stop imposto dal giudice sportivo, però, si è piano piano conquistato un posto in squadra a suon di prestazioni doc e di tanto spirito di sacrificio, in gara come in allenamento. 

Non ha ancora timbrato il cartellino alla voce "marcatori", ma la sua presenza in fase offensiva si fa sentire in termini di assist: chiedere referenze a Monachello (c'è stato lo zampino di Marras in entrambe le marcature in Liguria) o agli ex compagni (14 assist vincenti la scorsa stagione con la maglia del Trapani). I tifosi del Pescara lo chiamano "Il piccolo Douglas Costa", esagerando chiaramente, ma nella terra dove le ali destre fanno furore (pensate a Rocco Pagano o Matteo Politano) può davvero spiccare il volo

Commenti

Al Pescara piace il Golden Boy della Juventus
Da Milano: "Anche l'Inter segue Machin"