Prima squadra

Pillon & Repetto, conferenza stampa congiunta

Per presentare i nuovi e commentare le news del mondo biancazzurro

02.02.2019 09:08

Vigilia della partitissima, prende la parola mister Bepi Pillon insieme a Giorgio Repetto. Dopo la rifinitura a porte chiuse della truppa, il tecnico e il direttore  tornano a parlare per commentare tutte le notizie dell'universo biancazzurro, a partire dal deludente mercato appena concluso per passare poi alla gara di domani che vale più dei canonici tre punti in palio.

Ecco le dichiarazioni dell'uomo col baffo da Preganziol:

"Sono contento dei ragazzi che ho a disposizione, sono quelli che mi hanno fatto fare 34 punti con merito. Si va avanti a lavorare, nonostante le ultime due gare non esaltanti per una serie di motivi. Pausa e lavoro intenso a livello fisico hanno inciso, dobbiamo ritrovare brillantezza. Raggiunta la salvezza il prima possibile penseremo ad altri obiettivi. Abbiamo preso 2 punti in 2 gare non giocate bene, è un segnale. Mercato? Io lavoro con quel che ho a disposizione, credo molto in loro. Manca Machin, ma è giusto che abbia colto la possibilità di andare in A. È una perdita importante ma è giusto così. 

Il Brescia al momento è la squadra più forte, per come gioca e per chi ha in organico. Noi giochiamo in casa e faremo la nostra partita. C'è qualche ballottaggio per la formazione di domani, ma li tengo per me. Modulo? In una gara tutto può cambiare, anche in corsa. Piano B? Rispetto le opinioni di tutti, ma faccio quello che reputo opportuno. Memushaj e Del Grosso sono recuperati, Pinto non è ancora in condizione di giocare perché non ha ritmo partita dopo 6 mesi senza giocare. Bellini ha il transfert, è una punta fisica brava nel gioco arreo e dentro area di rigore. Sottil è bravo e può fare il trequartista. Indeboliti o rinforzati? Sostanzialmente siamo uguali, dispiace per Machin ma ho fiducia nel mio gruppo e del nostro lavoro. Non voglio illudere nessuno, non so dove arriveremo ma so che daremo sempre e ovunque battaglia. Pensiamo al Brescia, da affrontare senza timori reverenziali. La continuità di risultato ti porta ai traguardi che vuoi centrare. Io voglio una squadra compatta e unità. La prima cosa è sempre l'equilibrio. Difesa e contropiede? Noi non giochiamo solo così...."

Queste invece le parole di Giorgio Repetto:

"La rosa è più o meno quella che ha fatto il torneo finora con 34 punti, mantenere la media non sarà facile perché la concorrenza è forte. Sul mercato non ai poteva fare molto, i 3 giocatori che potevano farci crescere di livello non si sono mossi proprio dalle loro squadre. Tumminello? Non ho seguito io la vicenda. In generale è stato un mercato povero per tutti. Dal mercato usciamo più o meno come prima. 

Tonali? È fortissimo, ma non lo accosterei a Pirlo" 

Commenti

Vincenzo Fiorillo vuole fare la storia del Pescara
L'ex Mitrita vola negli Usa, il Pescara ci guadagna