Prima squadra

Progettando la fuga: le premesse di Pescara-Cittadella

Per Pillon c'è anche l'obiettivo 100 vittorie da tecnico in B

27.10.2018 00:58

Progetti di fuga per il Pescara. Un nuovo successo e qualche passo falso delle inseguitrici potrebbero permettere al Pescara di confermarsi battistrada granitico del campionato di serie B e di passare definitivamente dallo status di sorpresa a quello di splendida realtà.

Per Pillon c'è uno stimolo in più: battere il Cittadella davanti al pubblico amico significherebbe raggiungere un traguardo personale importante e significiativo: le 100 vittorie da tecnico nella serie cadetta. La prima è datata 18 ottobre 1997, Perugia-Padova 1-3, l'ultima venerdì 19 ottobre, un altro 1-3 ma sulla panca biancazzurra e sul campo dello Spezia. Pillon non pensa a traguardi personali ma solo al bene della squadra, sostiene che le statistiche di questo tipo, pur gradevoli, lasciano il tempo che trovano e pensa a vivere il progetto Pescara giorno dopo giorno, alimentando i sogni della tifoseria con il lavoro, i rsulati e, se possibile, col bel gioco.

E sa che avere a che fare con il Cittadella non è affatto semplice. La squadra di Venturato, ormai realtà consilidata della serie cadetta, è avversario ostico e da prendere con le molle. Alterna giornate di grazia ad altre meno felici, ma riesce sempre ad impensierire l'avversario di turno. Tra i granata occhio a Nicholas Siega, che l’8 ottobre 2017, giorno della sua ultima rete in Serie B proprio in casa del Pescara, allora allenato da Zeman, firmò in contropiede la splendida rete del raddoppio, decisiva nel 2-1 finale. "Torniamo a Pescara sapendo che saremo in casa della capolista, ma andremo lì per imporre il nostro gioco e cercare di tornare ai tre punti", le sue parole a PadovaSport.

Ipotizzabile un po' di turnover per il Pescara, chiamato a disputare 3 gare in 9 giorni (martedì c'è l'infrasettimanale di Cosenza): Perrotta sostituirà Campagnaro al centro della difesa, ma sono possibili altre novità anche se da quanto trapela più in terra calabrese che non oggi potrebbero esserci soprese nell'undici iniziale proposto dal tecnico di Preganziol. 

Alle lodi per il Delfino capolista ed imbattuto si è unito anche l'ex Roberto Guana: "Il primato credo dipenda sicuramente da più fattori, quindi sicuramente l’impronta di un allenatore come Pillon che anche in passato ha dimostrato il suo valore. L’impronta e il carattere della squadra sono anch’essi importanti, chi l’ha costruita in ottima maniera assemblando una compagine che in questo momento sta superando le aspettative”, le sue parole a PianetaSerieB. 

Il Pescara, nei 6 precedenti ufficiali in casa contro il Cittadella, ha sempre segnato: 7 le reti biancazzurre in bilancio che parla di 3 successi pescaresi, 2 pareggi ed 1 sola affermazione granata, 2-1 proprio nella scorsa stagione come già ricordato

A dirigere  Pescara Cittadella di oggi alle ore 15.00allo Stadio “Adriatico” è stato chiamato il Signor Juan Luca Sacchi della sezione di Macerata, 1° ass. Sig. Cipressa di Lecce, 2° ass. Sig. Scatragli di Arezzo, IV uomo Sig. Meleleo di Casarano. Biancazzurri imbattuti con la direzione arbitrale di Sacchi. Queste le statistiche: con Pescara 4 v, 1 n, 0 p, con Cittadella 1 v, 3 n, 2 p

Commenti

Mercato: derby di Milano (e non solo) per Machin
Pillon: "Sebastiani ha detto che mi terrebbe a vita? Io resterei ma..”