Prima squadra

Pillon: "E' mancata la propensione al sacrificio"

Il tecnico biancazzurro è arrabbiatissimo. In vista qualche cambio tattico?

17.12.2018 23:36

Probabilmente così arrabbiato Bepi Pillon non lo abbiamo mai visto. "E' mancata la predisposizione al sacrificio, soprattutto in fase di non possesso. E il Verona ha punito puntualmente le nostre distrazioni".

Errori su errori, sotto porta e in fase difensiva. Pillon analizza: "Le tante occasioni create meritavano un epilogo diverso. Se avessimo sfruttato quelle di inizio match saremmo passati in vantaggio e la storia sarebbe cambiata. Il Verona è stato bravo a evidenziare i nostri difetti. I loro tre gol sono nati tutti da nostri errori in uscita. Uno passi, ma quando si è in possesso di palla non si possono fare regali del genere. Che ci serva da lezione". 

Mancuso affiancato da Monachello e Marras, queste le scelte iniziali. "Le rifarei, perchè in settimana li avevo visti molto bene. Antenucci non è ancora al 100%, non penso abbia i novanta minuti nelle gambe. Il problema non è se Mancuso renda di più da esterno o centrale".

Il turno di riposo può aiutare. "Dobbiamo ricomporci. Bisogna essere meno belli e più concreti, correggendo alcune situazioni sono convinto che questa squadra possa chiudere bene l'anno". 

Messaggio chiaro quello di Pillon che attende i recuperi degli infortunati e, anche se non lo dice, guarda al mercato. Perchè per rendere più quadrata questa squadra c'è la necessità di cambiare qualche elemento. 

Commenti

Mercato: gli ultimi sviluppi su Machin e Gravillon
Palazzi: "Non eravamo fenomeni prima, non siamo asini ora"