Prima squadra

I precedenti di Pescara-Crotone ed il focus sugli Squali di Calabria

Domani turno infrasettimanale in Serie B

24.09.2018 10:56

A CURA DI CLAUDIO ROSA

Torna alla vittoria il Pescara che, contro il Foggia, riesce a portare a casa i 3 punti grazie al gol di Gravillon, alla prima rete con la maglia biancazzurra. Si torna ora nuovamente all’Adriatico, questa volta per affrontare il Crotone, grande incognita di questo inizio di campionato.

CROTONE, COSA VUOI FARE DA GRANDE?

È una vera e propria mazzata quella che ha subito il Crotone nella scorsa giornata. I rossoblù infatti sono usciti sconfitti dal loro stadio nel big match contro l’Hellas Verona, palesando lacune e mancanze che già fanno storcere qualche naso a chi, data la piazza ed i nomi in campo, li dava tra i favoriti per la vittoria finale. Contro i veneti c’è stato poco da fare, con gli ospiti capaci di capitalizzare e chiudere la partita grazie a due gol, uno per tempo, portandosi così in vetta alla classifica.

Più di qualche preoccupazione per Stroppa, vecchia conoscenza a Pescara, che dopo gli acuti a Foggia e Livorno, ha visto la propria squadra cadere contro un avversario di livello.

È probabilmente proprio questo che manca ai calabresi, incapaci di imporsi, fino a questo momento, nelle partite più importanti che il calendario ha messo a disposizione: non è un caso che entrambe sconfitte sono arrivate contro le due squadre che stanno guidando il campionato, Hellas e Cittadella, rispettivamente prima e seconda della classe.

Eppure la rosa a disposizione di Stroppa è una delle migliori, se non la migliore, presentata in questa nuova edizione della serie cadetta: rispetto alla passata stagione, terminata con la retrocessione dalla A alla B, sono restati Cordaz, Faraoni, Sampirisi, Martella, Barberis, Stoian e Benali. Oltre a loro, è necessario citare la presenza di Ante Budimir, a lungo sul mercato ma poi restato in Calabria. Da lui ovviamente ci si aspetta tanto, ma la sua astinenza da gol potrebbe aiutare a spiegare alcuni problemi dei rossoblù in fase offensiva.

Da notare, inoltre, come tra le fila del Crotone ci siano anche due calciatori impegnati nell'ultimo Mondiale di Russia 2018: lo svedese Marcus Rohden, già diventato un punto fisso del centrocampo, e l'attaccante nigeriano Nwankwo Simy.

Insomma, la rosa c’è ed è di assoluto livello. A questa squadra però manca ancora la cattiveria e forse la consapevolezza di poter dire la propria in questo campionato. Di certo c’è che la stagione è ancora lunga, ma un passo falso a Pescara potrebbe già mettere in grande difficoltà Stroppa & Co.

PESCARA – CROTONE, I PRECEDENTI IN ABRUZZO

Quella di martedì sarà la sfida numero 27 tra queste due squadre, con i padroni di casa in nettissimo vantaggio negli scontri diretti: questa infatti sembra essere una partita favorevole ai biancazzurri che, contro i calabresi, hanno vinto ben 16 volte, pareggiandone 4 e lasciando il bottino pieno agli avversari in sole 6 circostanze. La prima storica sfida si giocò nel lontano 18 ottobre 1959 quando il Delfino sconfisse con un sonoro 5-1 i rivali calabresi all’Adriatico. Da quel momento le due formazioni si incontrarono sui campi di C ininterrottamente fino al 1974, esclusa una parentesi di un anno a causa della retrocessione in D del Pescara. In quegli anni i padroni di casa resero il proprio stadio un vero e proprio fortino, come dimostrano le 10 vittorie e 3 pareggi in 13 partite. Per trovare il primo successo del Crotone dobbiamo arrivare fino al nuovo secolo, nella stagione 2000/01, quando gli ospiti superarono per 2-1 un Delfino disastroso ed ultimo in classifica. Il match tornò a giocarsi con stabilità dal 2010 in poi, con gli abruzzesi che restarono imbattuti nelle 5 sfide disputate nella serie cadetta. C’è però spazio anche per un incontro in Serie A, l’unico tra le due squadre fino a questo momento: all’Adriatico, contro un Pescara già retrocesso, arrivò un Crotone alla ricerca di punti fondamentali per una storica salvezza. A vincerla furono gli ospiti, grazie alla rete nella seconda ripresa di Tonev. Per i calabri un passo avanti verso quel sogno di restare in A, per i biancazzurri invece l’incubo di precipitare in un buco nero senza fine.

Pescara – Crotone, il dettaglio dei precedenti in Abruzzo

1959/60 Serie C Pescara – Crotone 5-1

1960/61 Serie C Pescara – Crotone 4-0

1961/62 Serie C Pescara – Crotone 1-0

1962/63 Serie C Pescara – Crotone 2-0

1964/65 Serie C Pescara – Crotone 4-1

1965/66 Serie C Pescara – Crotone 2-0

1966/67 Serie C Pescara – Crotone 2-1

1967/68 Serie C Pescara – Crotone 2-1

1968/69 Serie C Pescara – Crotone 1-1

1969/70 Serie C Pescara – Crotone 1-0

1970/71 Serie C Pescara – Crotone 1-0

1971/72 Serie C Pescara – Crotone 0-0

1973/74 Serie C Pescara – Crotone 1-1

2000/01 Serie B Pescara – Crotone 1-2

2002/03 Serie C1 Pescara – Crotone 2-1

2004/05 Serie B Pescara – Crotone 1-4

2005/06 Serie B Pescara – Crotone 1-2

2006/07 Serie B Pescara – Crotone 2-3

2007/08 Serie C1 Pescara – Crotone 1-0

2008/09 Lega Pro Pescara – Crotone 0-1

2010/11 Serie B Pescara – Crotone 1-0

2011/12 Serie B Pescara – Crotone 2-0

2013/14 Serie B Pescara – Crotone 2-2

2014/15 Serie B Pescara – Crotone 2-1

2015/16 Serie B Pescara – Crotone 4-1

2016/17 Serie A Pescara – Crotone 0-1

Commenti

Codice di condotta della Società: approvato il Sistema di Gradimento
Scommettiamo che... Le quote di Pescara-Crotone